0
Posted 15 Febbraio 2008 by Mariella in Mondolibri
 
 

La ronda dei carcerati – Il carcerato


La ronda dei carceratiContinua il nostro esercizio sul quadro La ronda dei carcerati di Van Gogh: questa volta guardiamo al carcerato, sempre utilizzando il testo di Luciana [cliccando sulla foto si aprirà una nuova finestra con l’immagine ingrandita].

Il carcerato

Si sforza di trovare qualcosa di nuovo ogni giorno: un pensiero, un’idea, un gesto che lo renda diverso dal precedente. Oggi non ha messo il cappello, presto la guardia se ne accorgerà e lo costringerà ad indossarlo. Non si tollera nessuna inosservanza. Nulla è lasciato al caso, in questo luogo, tutto è completo, perfetto. Tranne una piccola cosa: la sua condanna, ingiusta. L’ha gridato mille volte, ha lasciato che calpestassero la sua dignità, con stupore si è lasciato sputare addosso, ma non ha potuto ammettere quell’omicidio che non aveva commesso. Purtroppo il processo si è compiuto e la sentenza è stata emessa. Anche ora che le prove si sono rivelate false e la testimonianza viziata nessuno potrà più restituirgli la libertà, non c’è che una debole speranza. E una grande luce nei suoi occhi, quella che non si era mai spenta.

Hai scelto il tuo punto di vista? Cosa vedi?

  • Qui il punto di vista della gente.



Mariella