1
Posted 15 Aprile 2008 by Valeria in Recensioni
 
 

Borgonarrante


Borgonarrante

Il Borgonarrante è un luogo di incontro per quanti hanno voglia di confrontarsi intorno alla Scrittura partendo dai racconti proposti nel giorno”. Così recita il sottotitolo di Borgonarrante, in una grafica semplice, chiara ed essenziale che aiuta il “navigante” a districarsi nei molteplici contenuti del sito. Saro Fronte (nick Oriano Tresfor), autore e ideatore del sito, si è offerto gentilmente per rispondere alle nostre domande.

Leggo sul sito che Borgonarrante nasce sul sito scrivi.com. In che modo e chi lo gestisce?
“Il Borgonarrante è nato quasi per caso, come una nicchia per indirizzare la scrittura e la creatività verso la prosa, in un momento nel quale alcuni autori si stavano dedicando a diversi generi di scrittura. Dopo qualche tempo, all’interno di due diversi siti che hanno ospitato l’iniziativa, il Borgonarrante ha proseguito la sua attività diventando un sito autonomo. Gli aspetti tecnici sono curati dal Borgomastro, nome che scherzosamente mi è stato attribuito dagli stessi partecipanti. Per quanto riguarda le proposte di scrittura, che di volta in volta vengono suggerite, ci si avvale spesso dei suggerimenti degli autori partecipanti. Durante i periodi di assenza del Borgomastro è Cecil a occuparsi degli aspetti tecnici del Borgonarrante, per il futuro sia io che Cecil speriamo che altri volenterosi, amanti della scrittura, si affianchino per la gestione del sito”.

Quali finalità vi siete preposti all’apertura del sito?
“Il Borgonarrante è un luogo dove si incontrano autori capaci di mettersi in gioco, o più precisamente: in grado di confrontare la propria prosa con il parere di altri autori partecipanti al gioco collettivo. La finalità più interessante è quella di dare completamento all’esperienza della scrittura grazie a quella della lettura di colleghi attenti e spesso scanzonati. Non solo mediante i commenti lasciati da lettori ai singoli brani, ma anche attraverso le risposte dello stesso autore e la possibilità di immediata interazione”.

Le pubblicazioni dei testi inviati dagli utenti sono temporaneamente anonime, così da consentire che questi vengano commentati con maggiore libertà rispetto ai condizionamenti che possono esserci quando invece è noto il nick dell’autore. Alla fine di ogni tornata vengono svelati i nickname degli autori dei racconti partecipanti al GiroBorgo. Spiegaci nei dettagli come funziona questa originale iniziativa.

“La vita del Borgonarrante è iniziata proprio con il gioco degli incipit che consiste nello scegliere una frase di un romanzo, più o meno famoso, e usarla come spunto di partenza per un proprio racconto breve. Ogni racconto viene pubblicato nell’anonimato e in questa presentazione riceve i pareri dei lettori che non saranno influenzati da pregiudizi. Solitamente nel web, in molti siti di scrittura, scattano meccanismi che impediscono l’obiettività di un giudizio per via dei condizionamenti legati al conoscere la firma di chi scrive. Lo stesso autore, nel Borgonarrante, ha la possibilità di partecipare alla discussione che riguarda il suo brano, utilizzando un nickname creato ad hoc che è Autore del giorno. Quante volte abbiamo desiderato porre delle domande allo scrittore del libro che stavamo leggendo? Questo immediato contatto autore-lettore viene realizzato nel Borgonarrante e il singolo brano spesso diventa un punto di partenza per ampliare la discussione. Alla fine della pubblicazione di tutti i racconti vengono rese note le firme abituali di chi ha partecipato al GiroBorgo. Col termine GiroBorgo ci si riferisce a ogni suggerimento di scrittura e alla successiva pubblicazione dei brani che da esso sono scaturiti. Il Borgonarrante è principalmente questo, un luogo dove confrontarsi sul serio, non dimenticando che è tutto un gioco, ma non solo. In ogni via del Borgo potrete trovare una pagina di poesia o di prosa che merita di essere letta; una recensione o anche un suggerimento per la lettura di un bel libro”.

Giornalmente nel Borgonarrante ci sono oltre duecento accessi, niente male davvero per un blog.
“Gli utenti prevalentemente sono Webwriter, ma non mancano Autori che hanno pregresse pubblicazioni cartacee con solide esperienze di scrittura”, ci dice Saro. “Essenzialmente gli utenti che fanno attività nel sito soddisfano il desiderio di confrontarsi intorno alla propria scrittura e alla scrittura, con il corale risultato che risiede nell’emersione di differenziati punti di vista, che secondo me sono la forza per un confronto che arricchisce il senso del creare scrittura”.

Non avendo particolari aspettative riguardo l’andamento del blog alla sua apertura, Saro si ritiene molto soddisfatto. “Ben venga quanto ancora arriverà, anche dal punto di vista delle novità che prendono vita nel Borgonarrante nel momento in cui gli stimoli e i suggerimenti le determinano. Il Borgonarrante si sta consolidando come una equilibrata comunità di Autori che sanno donarsi per potersi a loro volta arricchire. Uno degli aspetti che ritengo interessanti risiede nel fatto di constatare che la comunità non è chiusa in se stessa; in questo senso registro come Autori che non hanno un trascorso nei tradizionali siti di scrittura, quelli che esistono da molti anni per intenderci, riescono a inserirsi agevolmente e a fare gruppo con gli Autori del Borgonarrante, anche con i più svitati”.

Quindi, che aspettate? Fate un giro nel Borgonarrante ed entrate a far parte di una comunità che vi trasporterà in un mondo dove la scrittura e il confronto diretto sono, a dispetto di molti altri siti, davvero alla base di tutto.




Valeria