Posted 25 Luglio 2008 by Giuseppe Lucca in Racconti e testi
 
 

Accidia


Quando le acque non si muovono, prima o poi si imputridiscono, diceva qualcuno che non ricordo, così che le zanzare s’impadroniscono di te, e Fortuna tira al tuo posto i dadi.

  • Se sei un politico, le armi parleranno in luogo delle leggi che non fai, a non curarti del mondo assai eccidia;
  • se medico, il morbo prenderà il sopravvento sui tuoi pazienti, che – orfani di prescrizioni – dovranno pazientare più di quello che è prescritto loro;
  • se coniuge distratto, coniugherai un solo verbo ed una frase sola: ”Ma, che ti ho fatto?”, senza capire che la tua indolenza – come dicheno a Roma – è una sòla!

Quante omissioni dappertutto!

  • A cominciare da gente che predica d’essere in missione, per poi fare solo ad altri compassione!;
  • da chi è alla guida e si comporta come Giuda, lasciando andare i passeggeri alla deriva;
  • da chi è ubriaco per dimenticare, e – pur vedendo doppio – oltre che se medesimo non vede poi nessuno;
  • dal prete che tiene la Chiesa chiusa, e ai bisognosi il cuore, che pur di lui hanno fame, siano essi gente d’umile estrazione o di chiara fama;
  • dalla mamma che non dà un bacio al figlioletto, a non scomporsi il suo rossetto, e ad unico riserbo dell’amante che si trascinerà nel letto, senza peraltro farsi rossa di vergogna, solo pensando al suo di diletto;
  • dall’insegnante che di Dante non spiega i canti, perché tiene solo ai suoi di conti;
  • su su fino al Direttore che proprio non dirige, sprecando nell’indifferenza le sue ore;
  • a raggiungere a turno tutte le categorie che stanno al di qua od oltre inutili scrivanie;
  • ed ancor peggio, di chi ha ingegno, ma che non mostra impegno!

È assai poco limitarsi a non far del male ad altri! A che servono i talenti d’evangelica memoria, se non s’intrecciano agli eventi?

D’accordo, tutto oggi è virtuale, e quindi (in potenza ed atto) alquanto privo di virtù:

  • han deteinato anche il Te Deum,
  • asfaltato la Via Crucis,
  • scremato latte e latticini,
  • decaffeinato il caffè puro,
  • per non dir del sesso, che – per non rischiare mai -, mai rischiara, se non lo schermo del televisore a tutte l’ore, a farsi infermo (e talora inferno) anch’esso!!!

Gli altri vizi:




Giuseppe Lucca