0
Posted 20 Giugno 2009 by Graphe.it in Punti di vista
 
 

Centocinquantesimo anniversario delle stragi di Perugia


Colomba AntoniettiOggi, 20 giugno, ricorrono i 150 anni delle Stragi di Perugia. Come ogni anno, ospitiamo la pasquinata in dialetto perugino con particolare attenzione al ricordo di Colomba Antonietti morta il 13 giugno 1849 durante la difesa di Roma. Una delle donne eccellenti del nostro Risorgimento “silenziate” dai libri di storia e dallo strabismo della memoria.

Perugia, 20 giugno 2009

Passato quil lontano 20 Giugno
pensamme d’ave’ vinto la partita
col Papa e la famija ‘n vaticano
e  t’qua lo stato e i su’ guèrni  a guerna’
a lorca del popolo sovrano

‘Nvece più volte – e d’acqua n’è girata
sott’i Ponte – la storia ha sbugiardato
‘ste promesse, e ‘nco’ emme  da  regge’
l’ombrella del potere temporale
a fascisti razzisti e demagoghi
forzidioti de la più bassa Lega

E ‘l Papa e la  su’ corte oggi s’ artrova
‘n compagnia de Maometto a predica’
pe’ salva’ ‘l gregge dal politeismo,
ché si comanda l’Papi  vorrà di’
che de domineddio c’ n’èn più d’ uno
e ‘sto relativismo nun è bono

Anche si tal popolo sovrano
pare che je sta bene, e a porta Pia
altro che bersaglieri e colportori!
tra bégi e bella gente da congrega
potevono  sfonna’ tranquillamente
il Passator Cortese e Pulcinella

Così quanno giocamme tal pallone
‘nvece de canta’ l’inno de Mameli,
quillo ch’è morto a Roma pe’ difende’
– co’ Colomba Antonietti da Foligno –
l’idea de  fratellanza universale,
adé’  cantamme ‘nsieme co’ Apicella.

Pasquino vive ed è femmina

PS: per i lettori più attenti non sarà difficile indovinare l’identità del novello Pasquino…




Graphe.it

 
“La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro; leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare” (A. Schopenhauer)