0
Posted sabato, 15 Agosto 2009 by Graphe.it in Mondolibri
 
 

Damiano Mazzotti, libero pensatore


Magritte, Uomo con cappello e colombaCome mai hai sentito l’esigenza di raccogliere in un libro – Libero pensiero e liberi pensatori – i tuoi vari articoli sparsi per la rete?
Desideravo documentare un nuovo modo di comunicare tra le persone e non volevo disperdere un bagaglio di conoscenze che descrive le nuove realtà del mondo di oggi.

Ti spaventa un po’ il cambiamento del mezzo fisico dei tuoi testi, cioè da internet alla carta stampata?
Tutt’altro… Mi piace sperimentare le nuove forme di comunicazione come ho già fatto nel diario romanzato Uomini e amori, gioie e dolori, che è stato sviluppato mediante SMS. E poi mi piace scrivere in modo chiaro, sintetico, diretto e veloce. Chi ha tempo, non deve perdere tempo…

Perché hai scelto di pubblicare i tuoi testi così, come sono in rete, senza correzioni di eventuali refusi?
Volevo rispettare la realtà del Web, dove si va sempre di fretta da un sito ad un altro, da un incontro breve ad uno che può essere ancora più breve.

Raccogli i tuoi articoli da siti quali AgoraVox Italiane Report On Line: cos’è il giornalismo partecipativo?
Il giornalismo partecipativo è il giornalismo fatto direttamente dai cittadini  che raccolgono le notizie e le pubblicano senza mediazioni e censure da parte di redattori e direttori. È la nuova forma della libertà di comunicazione che segue la libertà di stampa. Inoltre in molti siti la comunicazione viene data in tempo reale, senza aspettare un’edizione periodica come nei quotidiani o nei TG nazionali e regionali. Quindi spesso sono i primi ad arrivare sulla notizia anche perché dove accade qualcosa di interessante difficilmente c’è subito un giornalista sul posto e invece è sempre presente un cittadino che può dire la sua diventando un reporter per passione o per dovere civico.

Sul finire del tuo libro troviamo un fuoriscena poetico: la poesia come ultima risorsa per comunicare?
La poesia è il mezzo più antico e funzionale per arrivare ad una sintesi creativa di emozione e ragione e raggiungere così il cuore degli uomini. La poesia deve però rinnovarsi ed adattarsi ai nuovi mezzi di comunicazione: la verità non si scrive sulla carta, ma nel cuore degli uomini (questa è la lezione di Platone e di Gesù).

Dicci almeno tre buoni motivi per comprare e leggere il tuo libro.
Realtà numero uno: la mia opera è una raccolta dei pensieri dei migliori autori del passato e dei migliori libri che sono usciti negli ultimi anni. Realtà numero due: per i più curiosi ci sono molte mie interviste e altre con persone più o meno famose del mondo della cultura italiana. Realtà numero 3: il giornalismo partecipativo sarà il padre di una nuova forma di Democrazia e il Web diventerà la Libera Università dei Cittadini del Mondo. I giovani si stanno stancando dei “dittatori delle menti”: cioè i vari baroni e i gli svariati fondamentalisti e burocrati semi-religiosi che ci ritroviamo in molte Università pubbliche e private, occidentali e orientali.

Qui un’altra nostra intervista a Damiano Mazzotti
(che è stata anche pubblicata nel libro Libero pensiero e liberi pensatori)




Graphe.it

 
“La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro; leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare” (A. Schopenhauer)