2
Posted giovedì, 5 Novembre 2009 by Graphe.it in Poesia e dintorni
 
 

Saluto all’alba, una poesia di Kālidāsa

Kālidāsa, Saluto all'alba
Kālidāsa, Saluto all'alba

Il saluto all’alba è un’usanza tipicamente orientale: si saluta l’alba, si saluta il sole per iniziare la giornata. Si tratta di un’usanza molto affascinante che può essere lodevolmente ripresa anche alle nostre latitudini, per iniziare la giornata in pace con se stessi e con il mondo. Saluto all’alba è anche il titolo della poesia che vi proponiamo, testo scritto da Kālidāsa, che è considerato come il più grande poeta della letteratura classica indiana. Non si hanno molti dati su di lui. Probabilmente è vissuto tra il IV e il V secolo della nostra era alla corte del re Gupta Chandragupta II. Con Amaruka (o Amaru) e Bhartṛhari, Kālidāsa viene celebrato quale grande vate della poesia sanscrita.

Saluto all’alba

Guarda a questo giorno!
In esso è la vita, la vera vita della vita.
Nel suo breve corso
è riposta tutta la verità e la realtà del tuo esistere:

la felicità del crescere
la gloria dell’azione
lo splendore della bellezza;

poiché ieri non è che un sogno
e domani una visione;
ma l’oggi ben vissuto rende ogni ieri un sogno di felicità

e ogni domani una visione di speranza.
Guarda bene, perciò, a questo giorno!
Tale è il saluto all’alba.

Foto | maurobrock




Graphe.it

 
“La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro; leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare” (A. Schopenhauer)