0
Posted lunedì, 15 Agosto 2011 by Graphe.it in Poesia e dintorni
 
 

Terra rossa, terra nera: una poesia di Cesare Pavese per agosto

Cesare Pavese: «Terra rossa, terra nera». Una poesia per agosto

Cesare Pavese: «Terra rossa, terra nera». Una poesia per agosto

Siamo giunti a metà agosto, nel pieno del riposo estivo. Riposo che per molti è in pieno svolgimento, per altri è agli sgoccioli, per altri deve ancora iniziare. A tutte le nostre amiche e a tutti i nostri amici, auguriamo un sereno Ferragosto – anche al di là della semplice data del 15 agosto. Il riposo è necessario per essere sempre più in forma. Se poi ci si riposa con un libro, sarà un relax doc!

Prendiamo in prestito le parole di Cesare Pavese per augurarvi un sereno ferragosto in poesia.

Terra rossa, terra nera

Terra rossa terra nera,
tu vieni dal mare,
dal verde riarso,
dove sono parole
antiche e fatica sanguigna
e gerani tra i sassi –
non sai quanto porti
di mare parole e fatica,
tu ricca come un ricordo,
come la brulla campagna,
tu dura e dolcissima
parola, antica per sangue
raccolto negli occhi;
giovane, come un frutto
che è ricordo e stagione –
il tuo fiato riposa
sotto il cielo d’agosto,
le olive dei tuo sguardo
addolciscono il mare,
e tu vivi rivivi
senza stupire, certa
come la terra, buia
come la terra, frantoio
di stagioni e di sogni
che alla luna si scopre
antichissimo, come
le mani di tua madre,
la conca del braciere.

Foto | Pixabay




Graphe.it

 
“La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro; leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare” (A. Schopenhauer)