0
Posted 15 Settembre 2011 by Graphe.it in Editoriale
 
 

Il nonalogo del lettore


Finzioni Magazine ha pubblicato un Libretto rosa – “perché non vogliamo fare nessuna rivoluzione cruenta, non vogliamo veder scorrere il rosso-sangue della violenza e delle contrapposizioni sterili” – con il nonalogo dei lettori. Sì, perché è proprio il lettore e i suoi diritti a essere messo al centro in un mercato editoriale che diventa sempre più miope. E lo diciamo da editori: sempre più ci rendiamo conto che il “libro” sottosta a regole che, con la lettura, non hanno nulla a che vedere.

Noi della Graphe.it edizioni, per quanto ci è possibile e dipende da noi, cerchiamo di smarcarci da questa logica suicida e cerchiamo sempre di tenere presenti i lettori. Per questo riportiamo nel nostro blog/magazine il nonalogo di Finzioni Magazine invitandovi a diffonderlo il più possibile. Se poi qualche lettrice o lettore volesse aggiungere un decimo punto per avere un classico decalogo lo può scrivere direttamente nei commenti.

  1. Leggere è fico
  2. I lettori hanno sempre ragione
  3. Sono i libri ad aver bisogno di noi lettori
  4. La letteratura è fatta di discorsi sui libri
  5. L’autore dura un attimo
  6. I critici sono noiosi
  7. La lettura è sempre un fatto sociale
  8. Il mondo funziona come una storia che noi leggiamo
  9. Il futuro è negli immaginari dei lettori

Foto | ruurmo




Graphe.it

 
“La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro; leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare” (A. Schopenhauer)