0
Posted giovedì, 13 ottobre 2011 by Graphe.it in I nostri libri
 
 

La Maschera, di Andrea Franco. L’imbarazzo di un uomo


È giugno. Un pullman si ferma ai piedi di una collina. Si tratta di una gita fuori porta a poco prezzo, di quelle organizzate per vendere pentole o biancheria da corredo.

Uno degli anziani si allontana furtivo dal gruppo. Procede piano, sente la fatica della salita, ma non demorde. Il suo procedere viene presto interrotto dall’incontro con un bambino, la sua mamma e altre persone che fanno il cammino discendente.

Dopo una breve sosta, l’uomo procede e sfiora con le dita una cicatrice sulla guancia. Suo nipote, di solito, incuriosito da quel segno gli fa spesso delle domande.

È una ferita di guerra quella?

L’innocenza di un bambino.

Me la racconti, nonno? Ti prego, me la racconti?

L’imbarazzo di un uomo.

Quando sei più grande, va bene?

Ma grande quanto? Grande così?

La cicatrice esterna è legata a un taglio nell’anima, un taglio sempre sanguinante, fonte di dolore, da cui scaturiscono i ricordi del protagonista e il motivo della sua presenza su quella collina.

Il lettore viene introdotto nella storia con studiata lentezza e con l’aggiunta graduale di indizi.

Due movimenti, l’andare avanti e il tornare indietro nel tempo attraverso i ricordi e i rimorsi.

La salita, l’andare quasi in cima alla collina, dove l’aria è più pulita e l’erba più verde, e la discesa, nell’inferno scuro della cattiveria, dell’atrocità a cui un’ideologia e una guerra possono portare.

Era solo una Maschera, il fascismo, e quel giorno l’avevo in volto per coprirmi, per avere un alibi.

Andrea Franco
La maschera
ISBN 978-88-97010-11-1
eBook in formato ePub
2011 | euro 2,99

recensione a cura di Literaid




Graphe.it

 
“La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro; leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare” (A. Schopenhauer)