0
Posted 19 Dicembre 2011 by Graphe.it in Poesia e dintorni
 
 

Václav Havel (1936-2011). In memoriam


Mi sono sentito come in teatro quando sei un attore giovane e si scopre che gli interpreti principali non ci sono più e comunque non possono recitare. In quel momento sulla scena servivano politici democratici e dove li potevi trovare politici democratici nella Cecoslovacchia dell’89? E allora che fa l’attore giovane? Entra in scena e dà il meglio di sé.

Speranza e ottimismo
non sono la stessa cosa.
La speranza non è la convinzione
che una determinata cosa andrà bene,
ma la certezza che essa ha un senso,
indipendentemente da come andrà a finire.

Václav Havel
1936-2011

Foto | By Ben Skála (Own work) [GFDL or CC-BY-SA-2.5-2.0-1.0], via Wikimedia Commons




Graphe.it

 
“La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro; leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare” (A. Schopenhauer)