1
Posted sabato, 24 Dicembre 2011 by Graphe.it in Poesia e dintorni
 
 

A se stesso, di sera, la vigilia di Natale


Questo è il Natale, esulta, a questa lampada
misera in che si circoscrive il senso
nella stanza, stasera, del conoscere
vieto e dappoco e di quel che non penso

se non nella tristezza dell’esistere,
sotto il notturno nembo del Natale
ecco una luce che non ha l’eguale,
che nel provando e riprovar dell’anima
che in sé conosce lo stellato dire
del tutto che è nell’essere creatura
quale la fece Iddio nata a soffrire,

ma per Lui nata… Oh dolce mia natura
che risente del seme e vuol morire
nel bianco d’una nascita sicura!

Carlo Betocchi

Foto | warreno




Graphe.it

 
“La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro; leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare” (A. Schopenhauer)