0
Posted 19 Aprile 2012 by Roberto Russo in Recensioni
 
 

Città letterarie: Portland, Oregon – USA


Continua il nostro viaggio tra le città più letterarie del mondo. Questa volta il National Geographic Traveler ci porta negli Stati Uniti d’America, per la precisione in Oregon e, nello specifico, a Portland, la più grande città dello stato.

Tre sono gli elementi principali che hanno fatto sì che Portland entrasse in questa particolare classifica. In città infatti, si trova la libreria più grande del mondo la Powell’s City of Books, che occupa un intero isolato e ha un magazzino con oltre un milione di libri.

Dopo che sarete stati in questa libreria avrete bisogno di riposarvi: potete alloggiare presso l’hotel Heathman, che offre un pacchetto speciale per gli amanti della letteratura, inclusa una visita alla biblioteca dell’hotel stesso che è composta da quattromila libri tutti firmati dai rispettivi autori quando hanno alloggiato nell’hotel. Da sottolineare che parte del prezzo che pagherete per il soggiorno presso l’Heathman sarà devoluta a una fondazione che si occupa dell’alfabetizzazione di bambini.

Il periodo migliore per andare a Portland – sempre che siate amanti dei libri e della lettura – è da settembre a maggio dal momento che in questo lasso di tempo si svolgono le Portland Arts and Lectures series, conferenze che sono considerate come uno dei grandi eventi letterari di tutto il paese.

Foto |  btaroli




Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.