0
Posted 2 Agosto 2012 by Graphe.it in Poesia e dintorni
 
 

Poesie d’agosto: Il manto dell’amata

Il manto dell'amata

Il manto dell’amata

L’estate si contrappone all’inverno: tanto calda la prima, quanto freddo il secondo. Spesso l’estate è la stagione del bell’amore, dell’ardore, delle giornate felici che non terminano mai. Il cielo estivo è come un manto che ricopre di serenità. Agosto, poi, è l’estate per eccellenza, con le tanto agognate ferie. Ma l’estate, con il suo calore, è anche simbolo dell’amore che divampa nel cuore, come ci racconta quest’anonimo armeno che con la bellezza del cielo estivo realizza un manto per la sua amata.

Il manto dell’amata

Cucite un manto alla mia amata,
prendete il sole per stoffa,
tagliate la luna per fodera,
mettete le nuvole per ovatta,
prendete il filo dalle schiume del mare,
le stelle vi serviranno da bottoni,
e di me fate delle bottoniere.

Oh mia amata, in mezzo alle nubi,
se potessi stringerti nuda tra le braccia,
l’inverno diverrebbe per me estate!

Non voglio dire la mia pena al sole,
perché tempo che perda la sua luce.
Lo dirà alla luna
che si rinnova a ogni mese…

Foto | Bonguri




Graphe.it

 
“La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro; leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare” (A. Schopenhauer)