0
Posted venerdì, 10 Agosto 2012 by Graphe.it in Mondolibri
 
 

Libri di qualità, blog letterari e piccole case editrici


Libreriamo, il social book magazine per la promozione dei libri e della lettura, ha intervistato Roberto Russo, blogger di Booksblog oltre che editore della Graphe.it. Riportiamo alcuni stralci dell’intervista, invitandovi a leggerla tutta su Libreriamo.

In base alla sua esperienza, perché secondo lei in Italia si legge poco?
In effetti in Italia si leggono pochi libri, ho potuto riscontrarlo anche nella mia esperienza di editore – ho infatti una piccola casa editrice, Graphe.it. Se è vero che si leggono meno libri di un tempo però, è vero anche che c’è molta più offerta. Probabilmente si legge di meno il cartaceo, ma nel discorso vanno considerati anche i nuovi media e il web: gli utenti di internet sono numerosissimi. L’importante è leggere, documentarsi, non il supporto su cui lo si fa.

Cosa bisognerebbe fare secondo lei per diffondere l’abitudine alla lettura di libri?
A mio parere, bisognerebbe essere meno pessimisti: gli editori dovrebbero preoccuparsi meno dei dati e più di proporre buoni libri, curati sia dal punto di vista dei contenuti sia dal punto di vista grafico. E ciò vale tanto per il cartaceo quanto per gli e-book: bisogna promuovere la lettura in generale, offrire al pubblico letture di valore. In questo senso possono molto i giornali, che dovrebbero farsi un esame di coscienza: sarebbe bene che non parlassero sempre degli stessi autori, quelli spinti dai grandi gruppi editoriali, e dessero spazio anche agli altri, privilegiando la qualità.




Graphe.it

 
“La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro; leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare” (A. Schopenhauer)