0
Posted mercoledì, 15 Agosto 2012 by Roberto Russo in Zibaldone
 
 

Chef, libri e Google Doodle: Julia Child nel centenario della nascita

Nelle librerie il settore più lussurioso è quello dei libri di cucina: sei lì, tra un saggio sull’essere e il tempo e tra un romanzo da scegliere che un pomodoro, un bel piatto di pastasciutta, una pagnotta fragrante ti ammicca dalla copertina. Continua a leggiucchiare Heidegger, se riesci…

Ci sono alcuni libri di cucina che hanno fatto storia: non mi riferisco a quelli moderni che, con tutte quelle foto, ammazzano la fantasia in cucina. La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene di Pellegrino Artusi, per esempio. O Il talismano della felicità di Ada Boni. Pietre miliari, insomma. E poi ci sono cuochi e chef che hanno trasmesso il loro sapere attraverso libri e programmi vari.

Chef, libri e Google Doodle: Julia Child nel centenario della nascitaOggi, per esempio, si compiono cento anni dalla nascita di Julia Child, cuoca, scrittrice e personaggio televisivo statunitense. I suoi libri e il suo modo di raccontare le ricette in televisione hanno segnato un’epoca. Anche Google con un suo Doodle ricorda di questo centenario.

Julia Child cambiava voce quando parlava direttamente con il cibo e insegnava, così, i rudimenti della cucina (francese, soprattutto), agli americani. Scherzava: e questo era un suo grande pregio, soprattutto se confrontato con cuochi ambosesso dei nostri giorni che, per il solo fatto di apparire in televisione o di essere decorati con qualche riconoscimento, li rende antipatici e fa dimenticare loro che, la cucina è, prima di tutto, gioia dello stare insieme.

La storia di Julia Child è stata raccontata anche nel film di Nora Ephron Julie & Julia (2009), interpretato da Meryl Streep.

Oggi, Julia Child avrebbe compiuto cento anni (è morta il 13 agosto 2004). Negli Stati Uniti d’America da giorni stanno festeggiando questo compleanno. Noi la ricordiamo con simpatia e rammentiamo anche quelle autrici e quegli autori di libri di cucina, che non saranno “alta letteratura”, ma che son utili perché a stomaco vuoto non si ragiona, né si legge e nemmeno si scrive!

Julia Child (1912-2004)

Foto | MDCarchives (Opera propria) [CC-BY-SA-3.0 o GFDL], attraverso Wikimedia Commons




Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.