2
Posted mercoledì, 19 Settembre 2012 by Anna Fogarolo in Mondolibri
 
 

I libri più belli scritti dalle donne: da Virginia Woolf a J. K. Rowling

I libri più belli scritti dalle donne

I libri più belli scritti dalle donne

La richiesta è apparsa come un fulmine: un post sui libri più belli scritti dalle donne. Panico assoluto. Non che non me ne venissero in mente, ma con quale certezza osare scrivere nero su bianco che si tratta dei più belli in assoluto?

Per questo motivo inizio con una premessa, forse scontata ma doverosa: i libri, quelli belli, quelli che rimangono lasciando un segno nella cultura dell’uomo, possono piacere o meno a seconda del periodo affrontato dal lettore. Età, stato d’animo, stanchezza, concentrazione, giocano un ruolo fondamentale nella valutazione di un testo; un libro anche se promosso dalla critica mondiale può non piacere perché, ad esempio, parla d’amore e in quel momento quell’argomento ci nausea, oppure siamo semplicemente troppo stanchi ed etichettiamo come non buono un testo che semplicemente meriterebbe un po’ più d’attenzione.

I libri più belli scritti dalle donne

In questo mio particolare periodo, di mamma lavoratrice, ad esempio, mi sento obbligata a inserire tra i primissimi libri più belli scritti da donne Una stanza tutta per sé di Virginia Woolf: e pensare che da adolescente lo criticavo, ingenua ragazza.

Tra i miei classici gialli devo citare Dieci piccoli indiani, Agatha Christie, ma se desiderate scostarvi dai grandi del passato allora a mio avviso anche i romanzi di Elizabeth George meritano particolare attenzione, perché oltre a rivelarsi contemporanei, attuali, ricchi di intrighi e agghiaccianti omicidi rilasciano una componente umana solida, quasi palpabile.

Altro imperdibile capolavoro è D’amore e ombra di Isabelle Allende, un romanzo d’amore capace di descrivere in maniera impietosa il Cile afflitto dalla dittatura.

Ovviamente non potevo tralasciare i super classici Ragione e sentimento, Orgoglio e pregiudizio ed Emma di Jane Austen, gli imperdibili di generazioni di donne, spesso passati da madre in figlia, scollati, sbiaditi, custoditi come gioielli.

Infine, con mia grande soddisfazione inserisco la serie di Harry Potter di J. K. Rowling, romanzi dove la fantasia regna sovrana in ogni singola parola, e credo che ogni bambino/bambina del pianeta potrà concedersi un volo incredibile in sua compagnia.

Questa la mia personalissima selezione, che domani potrebbe variare per umore e memoria, ma dal web arrivano dei suggerimenti, Valeria iscrive tra i migliori: Il buio oltre la siepe di Harper Lee, un capolavoro assoluto, concordo, e Bonjour tristesse di Françoise Sagan, quest’ultimo non l’ho letto e sono ben felice di provvedere quanto prima.

Non poteva mancare, e sono pienamente d’accordo, Un Uomo di Oriana Fallacci, probabilmente il suo capolavoro assoluto, suggerito da Grazia. Monica segnala Non ti muovere di Margaret Mazzantini “perché ha saputo raccontare un uomo come pochi uomini son capaci di fare”.

Altri suggerimenti? Li accogliamo con non poca avidità, chissà che non ci proponiate titoli nuovi da scoprire.

Foto | Lacie Slezak




Anna Fogarolo

 
Fotogiornalista per le maggiori testate italiane come Corriere della Sera, Il Sole 24 Ore, Gente, Oggi, Focus... Dal 2009 sposta la sua attenzione sulle nuove tecnologie iniziando la carriera di Web content e blogger per alcuni noti portali e Network, successivamente si specializza come Social Media Manager. Attualmente: consulenza di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR per le Edizioni Centro Studi Erikson.