0
Posted martedì, 23 Ottobre 2012 by Graphe.it in Mondolibri
 
 

Ritratto di gruppo con assenza, di Luis Sepúlveda

Luis Sepúlveda, Ritratto di gruppo con assenza
Luis Sepúlveda, Ritratto di gruppo con assenza

Storia di due tragedie

Alla fine di gennaio, a Bogotá, un certo Harold Vera varca la porta di una clincia specializzata in chirurgia estetica. Tiene per mano una bella ragazza di Tolima, Edna Patricia Espinoza, diciannove anni e lunghi capelli neri, madre di una bambina di tre anni. È una Miss, cioè una ragazzina povera con un bel corpo da cedere al miglior offerente. Edna Patricia è Miss Tanga 2008, e in quella stessa clinica si è già rifatta il naso e le hanno impantato seni sproporzionati che le gonfiano la camicetta.

Sempre a fine gennaio, quando ormai manca poco al suo cinquantesimo compleanno, il milionario di Bogotá Andrés Piedrahita beve lentamente un succo di frutta amaro come il suo destino: il gruppo finanziario di cui è presidente, Fairfield Greenwich, ha perso 7500 milioni di dollari dei suoi clienti di tutto il mondo nella frode organizzata da Bernard Madoff a Wall street. Il grosso problema che gli rendere amaro il succo è che nessuno dei clienti sa che i fondi affidati alla sua custodia sono andati in fumo.

Edna Patricia si accomoda nella sala d’aspetto e [annuisce a tutte le istruzioni di Harold Vera, il suo manager.]

Ritratto di gruppo con assenza

Il libro (dal sito della casa editrice). La vita, come dice Luis Sepúlveda, è piena di storie. E per raccontare la magia della realtà in tutte le sue sfaccettature – meschinità, tormenti, gioie, peripezie – questa raccolta prende il via dai ricordi, dal vissuto recente e passato, per offrirci un Ritratto di gruppo con assenza.

Da vero cosmopolita, di quelli che hanno vissuto nel Nord e nel Sud del mondo, Sepúlveda tratteggia con uguale partecipazione vicende lontane fra loro nel tempo e nello spazio: racconta di combattenti valorosi e di bambini senza futuro, di una Miss colombiana che muore durante un intervento di chirurgia plastica, di una signora sovietica – la voce di Radio Mosca – che offriva un po’ di conforto ai cileni della resistenza. Ma non manca l’ironia: nei ritratti degli amici, nel mettere alla berlina certa intellighenzia, o nel descrivere un’esperienza di lavoro per la televisione ecuadoriana. E la preoccupazione per l’ambiente. Tra i tanti incontri, spicca quello con un vecchio che, nella foresta amazzonica, vive isolato in una capanna e legge romanzi d’amore: il personaggio che vent’anni fa ha ispirato all’autore il suo fortunatissimo romanzo.

Luis Sepúlveda
Ritratto di gruppo con assenza
traduzione di Ilide Carmigani
Guanda, 2010
ISBN 978-88-6088-584-5
pp. 157, euro 16




Graphe.it

 
“La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro; leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare” (A. Schopenhauer)