0
Posted lunedì, 29 ottobre 2012 by Graphe.it in Mondolibri
 
 

In ricordo di Gaetano Tumiati (1918-2012)


Gaetano Tumiati, vincitore del Premio Campiello 1976 con il romanzo Il busto di gesso (Mursia) e ritenuto uno dei più grandi romanzieri italiani, è deceduto all’età di 94 anni. Per sua esplicità volontà non ci saranno funerali e la sua salma sarà tumulata a Ferrara, nel cimitero monumentale. Riposerà, così, insieme ad altri grandi della nostra storia, i suoi amici Michelangelo Antonioni e Giorgio Bassani.

Di lui scrive Arrigo Petacco nel suo libro Quelli che dissero no. 8 settembre 1943: la scelta degli italiani nei campi di prigionia inglesi e americani (Mondadori, Milano, 2011):

Gaetano Tumiati, classe 1918, di Ferrara, sottotenente carrista decorato al valor militare e fratello di un partigiano caduto combattendo contro i tedeschi, dopo il rimpatrio diventà un giornalista famoso. Socialista, editorialista dell’«Avanti!», collaboratore del «Corriere della Sera» e della «Stampa» e vicedirettore di «Panorama», vincitore di un Premio Campiello con Il busto di gesso, scrisse altri libri, come Prigionieri nel Texas, nonché il divertente Questione di statura, il racconto autobiografico di un ragazzo cresciuto troppo di statura (quasi due metri) e costretto a fare la guerra infilato nei minuscoli carri armati chiamati, non a caso, «scatole di sardine».




Graphe.it

 
“La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro; leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare” (A. Schopenhauer)