0
Posted venerdì, 31 Maggio 2013 by Roberto Russo in Mondolibri
 
 

Premio Campiello 2013: cinquina finalista con Stassi, Cocco, Magrelli, Masini e Riccarelli

La cinquina del Premio Campiello 2013

Fabio Stassi, Giovanni Cocco, Valerio Magrelli, Beatrice Masini e Ugo Riccarelli compongono la cinquina finalista del Premio Campiello 2013. I libri che sono stati scelti dalla Giuria dei letterati, presieduta da Paolo Crepet, sono i seguenti:

  • Fabio Stassi, L’ultimo ballo di Charlot, Sellerio
  • Giovanni Cocco, La caduta, Nutrimenti
  • Valerio Magrelli, Geologia di un padre, Einaudi
  • Beatrice Masini, Tentativi di botanica degli affetti, Bompiani
  • Ugo Riccarelli, L’amore graffia il mondo, Mondadori

È stato annunciato anche il titolo vincitore del Premio Campiello Opera Prima: è Cate, io di Matteo Cellini, pubblicato da Fazi. La motivazione per l’assegnazione è la seguente:

Opera di forte maturità e di elegante felicità stilistica, racconta con leggerezza la condizione di sofferenza propria di chi, diciottenne e smisuratamente obesa, si trova a fare i conti non solo con se stessa e il proprio fisico, ma anche con una famiglia di autentici “eroi della dismisura. Il racconto si sviluppa nel segno d’una tenera, amabile, sorridente autoironia proprio grazie allo spirito combattivo di Cate, tanto da farne uno “stile di sopravvivenza”.

Ad Arbasino il Premio Fondazione Il Campiello 2013

Nei giorni scorsi Pietro Luxardo, Presidente del Comitato di Gestione del Premio Campiello, aveva annunciato che il Premio Fondazione Il Campiello 2013 sarà assegnato ad Alberto Arbasino. Ha affermato Luxardo:

Giornalista e intellettuale poliedrico, scrittore vivacemente disincantato e dotato di un’ironia graffiante, Arbasino è sempre stato un protagonista elegante, lucido e aggiornatissimo delle nostre lettere. A lui si debbono memorabili romanzi e saggi in cui, con la creatività stilistica che lo contraddistingue, ha messo a nudo le contraddizioni di una società in cui tutti, a volte a malincuore ma a volte anche con un pizzico di sulfureo orgoglio, siamo costretti a rispecchiarci. Siamo molto onorati che abbia accettato il nostro Premio.

La premiazione ci sarà il 7 settembre

La Cerimonia di Premiazione del Premio Campiello – quest’anno è la cinquantunesima edizione – è prevista per sabato 7 settembre al Gran Teatro La Fenice di Venezia. A condurre la serata saranno Neri Marcorè e Geppi Cucciari. La cerimonia sarà trasmessa in diretta su Rai 5 e in differita su Rai 3.




Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.