0
Posted 21 Giugno 2013 by Graphe.it in Zibaldone
 
 

Benvenuta estate 2013, con una poesia e il Doodle di Google

Benvenuta estate 2013, con una poesia e il Doodle di Google

Benvenuta, estate 2013! Questa mattina, poco dopo le 5, c’è stato il solstizio d’estate ed è ufficialmente iniziata la bella stagione che quest’anno si è fatta desiderare molto, anche se poi all’improvviso è scoppiata in tutta la sua forza. Anche Google, con uno dei suoi deliziosi Doodle, festeggia l’estate, anzi il primo giorno d’estate come leggiamo nel Doodle stesso. Si tratta di un disegno animato, realizzato da Christoph Niemann e mostra cinque persone al mare che si rilassano, mentre un’onda passa dinanzi a loro e movimenta la giornata. Clicclando sul Doodle si raggiunge la pagina dei risultati di ricerca che rimandano al solstizio.

L’estate è il tempo del riposo per eccellenza anche se, a ben guardare, quando fa troppo caldo si riposa male… ma non sottilizziamo e godiamoci la bellezza di questa stagione.

Ci parla di estate la poesia che vi proponiamo oggi: è del poeta e artista grafico tedesco Christoph Meckel (nato a Friburgo nel 1935). Meckel pone l’accento sul fieno, sul sole che pare dissetarsi nel fiume. E ancora si sofferma sui ciliegi e sui cuculi. Riprende anche il discorso del riposo in quella splendida immagine con cui definisce la notte: per il poeta la breve notte è un paradiso, perché si gode del fresco. La poesia che vi proponiamo è tradotta in italiano da Gio Batta Bucciol.

Buona estate 2013, dunque, a tutte le amiche e gli amici di GraphoMania. E ricordatevi che l’estate è più bella e rilassante se la trascorrete in compagnia di buoni libri!

Estate, lunga una parola:
il vento rivolta il fieno sul colle
e il sole beve al fiume
con calda lingua
Giardini di ciliegi tu doni al giorno
lungo una parola fiorita
e chiami paradiso la breve
notte, per un tratto
il cucù ti suggerisce alto
il suo nome
e tu lo pigli in parola
e lo battezzi nella sua lingua
perfetta estate:
le tue parole
trasportano fieno, e il giorno
è giovane o vecchio
perché tu l’hai chiamato fugace.

Benvenuta estate 2013!




Graphe.it

 
“La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro; leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare” (A. Schopenhauer)