0
Posted mercoledì, 26 Giugno 2013 by Luigi Milani in Recensioni
 
 

Addio a Gianfranco Baldazzi, poeta della canzone

Gianfranco Baldazzi

È davvero un brutto periodo per il mondo della musica. Si direbbe che, in maniera piuttosto repentina, tutta una generazione di artisti stia scomparendo. C’è chi annuncia il ritiro dalle scene, come hanno fatto Ivano Fossati lo scorso anno e più recentemente Francesco Guccini, che ha curiosamente affidato alla sua band il tour promozionale del suo ultimo disco.

Ma c’è anche purtroppo chi prende commiato anche dalla vita, com’è accaduto lo scorso mese a Little Tony e nella giornata di ieri, 25 giugno, a Gianfranco Baldazzi, scomparso a Roma all’età di settant’anni per i postumi di un’operazione chirurgica.

La sua firma, celeberrima, è legata a tante canzoni entrate ormai nella memoria collettiva, avendo egli scritto i testi per personaggi del calibro di Mina e Lucio Dalla, di cui fu il primo paroliere, nonché socio agli inizi degli anni Novanta in qualità di direttore artistico dell’etichetta discografica Pressing. Suoi i versi della struggente Piazza Grande e della suggestiva Itaca per Lucio Dalla, ma anche di Occhi di ragazza, brano portato al successo da Gianni Morandi e Ron.

Qualche anno fa aveva dedicato un libro al grande amico Lucio (Dalla per Franco Muzzio editore; recentemente è uscito Lucio Dalla. L’uomo degli specchi, Minerva edizioni 2013), ricostruendo con sincerità luci e ombre di un rapporto intenso e tormentato, sempre all’insegna della creatività. Autore anche di un altro volume, Le parole che cantavamo, è stato un abile talent scout discografico, oltre a distinguersi in ambito televisivo come esperto musicale.

Dopo Giancarlo Bigazzi, scompare un altro grande poeta della canzone. Le sue canzoni però rimarranno, e serberanno memoria della sua arte.




Luigi Milani

 
Luigi Milani è giornalista freelance, editor e traduttore. Autore di due romanzi e una raccolta di racconti, ha curato le edizioni italiane degli ultimi due libri di Jasmina Tešanović, Processo agli Scorpioni e Nefertiti (Stampa Alternativa 2008-2009), e le versioni italiane di alcuni racconti di Bruce Sterling (40k eBooks). È tra i fondatori delle Edizioni XII. Vive e lavora a Roma. Per la Graphe.it edizioni dirige la collana di narrativa digitale eTales.