0
Posted 4 Agosto 2013 by Graphe.it in Poesia e dintorni
 
 

L’allegria estiva in una poesia di José Saramago

L’allegria estiva in una poesia di José Saramago

L’estate porta con sé sempre la felicità e la gioia: sbuffiamo per il caldo, è vero; ci lamentiamo perché non dormiamo bene ma alla fine siamo felici. Le tante ore di luce ci mettono allegria, sentimento che diventa più forte quando il sole tramonta e inizia la frescura della notte.

Oltre al sol che ci riscalda, dice José Saramago in una sua poesia, l’estate si offre a noi con frutti e fonti e fiori. Sembra quasi il vociare – a volte forte, altre volte lieve – che si ode nelle feste nuziali: la felicità è palpabile e coinvolge tutti. Così è l’allegria estiva che riesce sempre a stupirci e a farci definire questa stagione come la più bella.

Allegria

Già lontan sento le grida
già la voce dell’amore
l’allegria dice del corpo
e l’oblio del dolore

Già i venti si ritirano
già l’estate a noi si offre
quanti frutti quante fonti
oltre al sol che ci riscalda

Già raccolgo gelsomini
già ghirlande ho di rose
e al centro della strada
danzo danze prodigiose

Già si fanno i sorrisi
già si fanno tutti i giri
Oh certezza di certezze
oh allegria delle nozze.

Foto | pixelshoot (mostly off – on vacation) via photopin cc




Graphe.it

 
“La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro; leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare” (A. Schopenhauer)