1
Posted 10 Gennaio 2014 by Roberto Russo in Mondolibri
 
 

Al via il Campiello 2014: Monica Guerritore presiede la Giuria dei letterati

Al via il Premio Campiello 2014: presidente della Giuria è Monica Guerritore

È stata definita la Giuria dei Letterati e quindi è partito ufficialmente il Premio Campiello 2014, giunto alla sua cinquantaduesima edizione. Alla presidenza della Giuria è stata scelta Monica Guerritore, che, come dichiara Roberto Zuccato, Presidente della Fondazione il Campiello e di Confindustria Veneto, è:

interprete dalla straordinaria sensibilità culturale, maestra nell’animare la scrittura con le azioni e le parole, saprà coordinare con autorevolezza e competenza i lavori della Giuria dei Letterati, a cui spetta il delicato compito di selezionare le cinque opere finaliste.

La scelta di una donna a capo della Giuria è un invito per “riflettere anche nella cultura – chiosa Zuccato – il ruolo sempre più da protagoniste delle donne nella vita sociale ed economica del nostro Paese.

Dal canto suo Monica Guerritore così commenta la nomina:

È per me un grande onore presiedere la Giuria dei Letterati della prossima edizione del Premio Campiello. Mi impegnerò con serietà e rigore nel compito che mi è stato assegnato. Le storie, i racconti sono il mio mondo “parallelo”, radice prima del mio mestiere di interprete e artefici della mia crescita. Con la più grande libertà di pensiero e apertura intellettuale svolgerò il mio compito nel segno della massima riservatezza.

Al Premio Campiello possono partecipare i romanzi pubblicati per la prima volta in volume tra il 1 maggio 2013 e il 30 aprile 2014 e regolarmente in commercio. Il 30 maggio prossimo la Giuria dei Letterati si riunirà a Padova per selezionare la cinquina finalista e annunciare il Premio Opera Prima, mentre la proclamazione del libro vincitore del Premio Campiello – indicato dalla Giuria dei trecento lettori anonimi – avverrà sabato 13 settembre al Gran Teatro la Fenice di Venezia.

Sta per giungere alla fine, invece, il Campiello Giovani, giunto alla sua diciannovesima edizione: fino al 15 gennaio prossimo ragazze e ragazzi, residenti in Italia o all’estero, di età tra i quindici e i ventidue anni possono presentare il loro racconto per partecipare al Premio.

Foto | Marinetta Saglio (per gentile concessione dell’Ufficio Stampa del Premio Campiello)




Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.