0
Posted 11 Aprile 2014 by Roberto Russo in Mondolibri
 
 

I dodici libri in concorso al Premio Strega 2014

I dodici libri in concorso al Premio Strega 2014

Il Comitato direttivo del Premio Strega 2014, presieduto da Tullio De Mauro, si è riunito oggi, venerdì 11 aprile, e ha selezionato i dodici libri che si disputeranno la sessantottesima edizione del Premio. La selezione è stata compiuta sulla base delle ventisette proposte che gli Amici della domenica avevano fatto lo scorso 4 aprile. Ecco, quindi, i dodici libri in concorso:

  1. Non dirmi che hai paura (Feltrinelli) di Giuseppe Catozzella – presentato da Giovanna Botteri e Roberto Saviano
  2. Lisario o il piacere infinito delle donne (Mondadori) di Antonella Cilento – presentato da Nadia Fusini e Giuseppe Montesano
  3. Bella mia (Elliot) di Donatella Di Pietrantonio – presentato da Antonio Debenedetti e Maria Ida Gaeta
  4. unastoria (Coconino Press) di Gipi – presentato da Nicola Lagioia e Sandro Veronesi
  5. Come fossi solo (Giunti) di Marco Magini – presentato da Maria Rosa Cutrufelli e Piero Gelli
  6. Nella casa di vetro (Gaffi) di Giuseppe Munforte – presentato da Arnaldo Colasanti e Massimo Raffaeli
  7. La vita in tempo di pace (Ponte alle Grazie) di Francesco Pecoraro – presentato da Giuseppe Antonelli e Gabriele Pedullà
  8. La terra del sacerdote (Neri Pozza) di Paolo Piccirillo – presentato da Valeria Parrella e Romana Petri
  9. Il desiderio di essere come tutti (Einaudi) di Francesco Piccolo – presentato da Paolo Sorrentino e Domenico Starnone
  10. Storia umana e inumana (Bompiani) di Giorgio Pressburger – presentato da Gianfranco De Bosio e Sergio Givone
  11. Ovunque, proteggici (nottetempo) di Elisa Ruotolo – presentato da Marcello Fois e Dacia Maraini
  12. Il padre infedele (Bompiani) di Antonio Scurati – presentato da Umberto Eco e Walter Siti

Fra due mesi, esattamente mercoledì 11 giugno, a casa Bellonci in Roma, ci sarà la prima votazione per definire la cinquina dei finalisti, mentre la seconda votazione e la proclamazione del vincitore ci saranno giovedì 3 luglio 2014, nel consueto splendido scenario del Ninfeo di Villa Giulia, sempre a Roma.

Tullio De Mauro, presidente del Comitato direttivo e della Fondazione Bellonci ha così commentato la scelta:

Ancora una volta abbiamo constatato una qualità alta e l’emergere di temi legati sia alla ricostruzione storica sia ai dilemmi della nostra coscienza di fronte al mondo contemporaneo abbiamo anche alcune novità: un graphic novel e forme letterarie sperimentali.

Via | Comunicato stampa




Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.