0
Posted giovedì, 1 Gennaio 2015 by Graphe.it in Poesia e dintorni
 
 

Buon Capodanno con una poesia di Charles Bukowski: «Foglie di palma»

Buon Capodanno con una poesia di Charles Bukowski: Foglie di palma

Buon Capodanno con una poesia di Charles Bukowski: Foglie di palma

Buon anno nuovo alle amiche e agli amici della Graphe.it edizioni e di GraphoMania! Vi auguriamo un anno colmo di ogni bene, nella speranza che i nostri sogni e desideri si avverino. Quest’anno per noi della Graphe.it edizioni è speciale perché compiremo dieci anni: la casa editrice, infatti, è nata nel 2005. Festeggeremo per tutto l’anno, allora, insieme a voi, naturalmente!

Per iniziare in poesia il nuovo anno, vi proponiamo un testo di Charles Bukowski (1920-1994), dal titolo Foglie di palma, che parla di un capodanno di diversi anni fa: siamo a Los Angeles ed è la mezzanotte del 31 dicembre 1973. Gli spettacoli pirotecnici salutano il nuovo anno – il 1974 – mentre dal cielo cade una pioggia. E così Charles Bukowski si lascia andare a una riflessione sul festeggiare, sul nuovo che arriva e sull’umanità in genere. Un rapido flash sugli ultimi istanti dell’anno che passa il testimone al nuovo. Cosa realmente cambia quando la nota continua dei clacson si spegne e i tuoni svaniscono? Resta l’uomo inchiodato alla sua realtà che inesorabilmente… passa.

Foglie di palma

a mezzanotte in punto
1973-74
Los Angeles
ha cominciato a piovere sulle
foglie di palma fuori dalla mia finestra
i clacson e i fuochi d’artificio
erano svaniti
e tuonava.

ero andato a letto alle 21.00
spente le luci
tirate su le coperte –
la loro letizia, la loro felicità,
le loro urla, i loro cappelli di carta,
le loro automobili, le loro donne,
i loro ubriachi dilettanti…

la notte di Capodanno mi atterrisce
sempre

la vita non sa nulla degli anni.

adesso i clacson si sono ammutoliti
e i fuochi d’artificio e i tuoni…
tutto è finito in cinque minuti…
odo soltanto la pioggia
sulle foglie di palma,
e penso:
non capirò mai gli uomini,
ma è andata
anche questa.

Traduzione di Natale Fioretto
Foto | Pixabay




Graphe.it

 
“La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro; leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare” (A. Schopenhauer)