9
Posted venerdì, 31 luglio 2015 by Roberto Russo in Zibaldone
 
 

Frasi sul mare di autori famosi

Le più belle frasi sul mare
Le più belle frasi sul mare

Le frasi sul mare, soprattutto quelle scritte da autori famosi, riescono a trasmettere tutta la bellezza del mare stesso.

Il mare, lo sappiamo bene, regala sensazioni uniche fatte di colori scintillanti e profumi inebrianti. È per questo che gli aforismi sul mare ci danno sensazioni del tutto particolari. Le citazioni sul mare, infatti, racchiudono in sé il distillato di sapienza: sono quasi come brevissime poesie che cantano il mare.

Molti scrittori e scrittrici ci hanno lasciato frasi sul mare molto belle e intense che rispecchiano, in un certo senso, le profondità degli abissi. Se sei alla ricerca di belle frasi sul mare, a seguire te ne proponiamo trenta raccolte da vari scrittori di tutti i tempi.

Trenta belle frasi sul mare

  1. Anche se percorri la terra tutta intera, non imparerai mai tante cose quante ne imparerai dal mare. Non troverai mai pace se non sul mare, che da parte sua non ha mai pace. (Pär Lagerkvist)
  2. Chi va al mare torna impietrito. (Tomas Tranströmer)
  3. Come si può capire qualcosa della vita, e capire a fondo se stessi, se non lo si è imparato dal mare? (Federico García Lorca)
  4. Di fronte al mare la felicità è un’idea semplice. (Jean-Claude Izzo)
  5. I gesti del nuoto sono i più simili al volo. Il mare dà alle braccia quella che l’aria offre alle ali; il nuotatore galleggia sugli abissi del fondo. (Erri De Luca)
  6. Il fiume è dentro di noi, il mare tutto intorno a noi. (Thomas Stearns Eliot)
  7. Il mare è l’abisso colmo fino al limite. (Jules Renard)
  8. Il mare è l’immagine dell’inafferrabile fantasma della vita. (Herman Melville)
  9. Il mare è senza strade, il mare è senza spiegazioni. (Alessandro Baricco)
  10. Il mare è un antico idioma che non riesco a decifrare. (Jorge Luis Borges)
  11. Il mare è un immenso deserto dove l’uomo non è mai solo, perché sente fremere la vita ai suoi fianchi (Jules Verne)
  12. Il mare è un trattato di pace tra la stella e la poesia. (Alain Bosquet)
  13. Il mare ha questa capacità; restituisce tutto dopo un po’ di tempo, specialmente i ricordi. (Carlos Ruiz Zafón)
  14. Il mare non cambia mai e il suo operare, per quanto ne parlino gli uomini, è avvolto nel mistero. (Joseph Conrad)
  15. Il mare non parlava per frasi ma per versi. (Jack Kerouac)
  16. Il mare profuma le strade dell’isola, oggi: il maestrale apre i pori della pelle, lava la faccia alle case, spacca le onde e la rotta. A terra, aspettando che la forza del vento si consumi. (Emil Cioran)
  17. Il mare spesso parla con parole lontane, dice cose che nessuno sa. Soltanto quelli che conoscono l’amore possono apprendere la lezione dalle onde, che hanno il movimento del cuore. (Romano Battaglia)
  18. Il tempo è più complesso vicino al mare che in qualsiasi altro posto, perché oltre al transito del sole e al volgere delle stagioni, le onde battono il passare del tempo sulle rocce e le maree salgono e scendono come una grande clessidra. (John Steinbeck)
  19. La cura per ogni cosa è l’acqua salata: sudore, lacrime, o il mare. (Karen Blixen)
  20. La musica del mare termina sulla riva o nel cuore dell’uomo che ascolta? (Khalil Gibran)
  21. Nelle città senza Mare… chissà a chi si rivolge la gente per ritrovare il proprio equilibrio… forse alla Luna… (Banana Yoshimoto)
  22. Non sapete di quale amore io amo? Io amo come il mare ama la riva: dolcemente e furiosamente! (Federico De Roberto)
  23. Non si può essere infelice quando si ha questo: l’odore del mare, la sabbia sotto le dita, l’aria, il vento. (Irène Némirovsky)
  24. Quando i miei pensieri sono ansiosi, inquieti e cattivi, vado in riva al mare, e il mare li annega e li manda via con i suoi grandi suoni larghi, li purifica con il suo rumore, e impone un ritmo su tutto ciò che in me è disorientato e confuso. (Rainer Maria Rilke)
  25. Quando si varca l’arco di ingresso al tempio dei sogni, lì, proprio lì, c’è il mare… (Luis Sepúlveda)
  26. Se vuoi costruire una barca, non radunare uomini per tagliare legna, dividere i compiti e impartire ordini, ma insegna loro la nostalgia per il mare vasto e infinito. (Antoine de Saint-Exupéry)
  27. Senza sogni, incolore campo è il mare. (Giuseppe Ungaretti)
  28. Soltanto la musica è all’altezza del mare. (Albert Camus)
  29. Sotto l’azzurro fitto del cielo qualche uccello di mare se ne va; né sosta mai: perché tutte le immagini portano scritto “più in là”. (Eugenio Montale)
  30. Spesso alzo la testa e guardo mio fratello, l’Oceano, con amicizia: esso raggiunge l’infinito, ma so che anche lui cozza dappertutto contro i propri limiti; ed ecco il perché, senza dubbio, di questo tumulto, di questo fracasso. (Romain Gary)

 

Foto | Pixabay




Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.