0
Posted 13 Agosto 2015 by Nymeria in Mondolibri
 
 

Libri fantasy con orchi

Libri fantasy con orchi

Libri fantasy con orchi? Perché mai qualcuno vorrebbe leggere dei libri fantasy con protagonisti gli orchi? Semplicemente per cambiare un po’ aria ogni tanto: elfi e uomini di solito sono i prescelti dagli autori, ma ogni tanto c’è qualcuno che ci prova a farci appassionare ad altre razze. È il caso della Trilogia degli Orchi dello scrittore inglese Stan Nicholls, composta da I guardiani dei lampi, Le legioni del tuono e I guerrieri della tempesta. Confesso di averla letta parecchio tempo fa e di ricordarmi ben poco, tranne il fatto che i protagonisti buoni sono solamente il manipolo di orchi di cui parla la trama, per il resto c’è una certa qual confusione, personaggi poco approfonditi, stereotipi che vogliono essere ribaltati, ma che alla fine risultano più cristallizzati e monotoni che mai. Insomma, non è una saga che consiglierei di leggere.

Anche lo scrittore Michael Peinkofer dedica una saga agli orchi: abbiamo Gli orchi, Il giuramento degli orchi, I maghi, I maghi – la prima battaglia. Onestamente non li ho letti, ma fanno parte della categoria fantasy tedeschi, quindi visti i miei precedenti con altri soggetti dello stesso sotto genere ho preferito dedicarmi ad altro.

Di ben altro livello è invece il nostrano L’ultimo orco di Silvana De Mari: stile e approfondimento psicologico dei personaggi sono unici, i suoi romanzi non hanno nulla da invidiare a blasonati autori oltreoceano e vi faranno riflettere su diverse realtà. In realtà questo romanzo è il secondo di una saga, dovreste leggerli in questo ordine: L’ultimo elfo, L’ultimo orco, Gli ultimi incantesimi, L’ultima profezia del mondo degli uomini e L’ultima profezia del mondo degli uomini – L’epilogo. In aggiunta ci sarebbe anche il prequel Io mi chiamo Yorsh, ma vi conviene leggerlo dopo gli altri per non guastarvi la sorpresa.

Foto | Pixabay




Nymeria

 
Nerd inside, come scopo nella vita sto cercando di leggere tutta la letteratura fantasy possibile e immaginabile.. Beh, poi ci sono anche i manga, i videogiochi, i telefilm, i film... ce la farò?