0
Posted sabato, 3 ottobre 2015 by Roberto Russo in Mondolibri
 
 

Don DeLillo: Zero K è il nuovo libro

Don DeLillo

Lo scrittore Don DeLillo

Don DeLillo – scrittore tra i più importanti della nostra epoca nonché saggista e drammaturgo – torna in libreria con il romanzo Zero K che vedrà la luce negli USA il 10 maggio 2016, per poi uscire il 19 maggio nel Regno Unito, Irlanda e paesi del Commonwealth. In Italia vedrà la luce per i tipi di Einaudi, ma non si sa ancora quando.

Il sito dell’editore statunitense, Simon & Schuster, riporta anche la trama del nuovo libro di Don DeLillo: Ross, il padre di Jeffrey Lockhart, è un miliardario sulla sessantina, con una giovane moglie, Artis Martineau, che sta per morire. Ross è il più importante investitore di una clinica in cui la morte viene controllata e in cui i corpi umani sono conservati fino a quando non verrà scoperto il modo di farli tornare in vita. Jeffrey, che è anche la voce narrante del libro, raggiunge Ross e Artis nella clinica per poterla salutare prima che muoia. Zero K si snoda attorno al diverso atteggiamento nei confronti della morte da parte Ross, il padre, e Jeff, il figlio: il primo la vuole sconfiggere, il secondo si chiede: “Siamo nati senza sceglierlo. Dovremmo morire nello stesso modo? La gloria dell’uomo non è rifiutarsi di accettare un destino sicuro?”

Secondo l’editore statunitense il nuovo libro di Don DeLillo è un inno alla lingua, al cuore della nostra umanità: si tratta, allo stesso tempo, di una meditazione sulla morte e di un abbraccio alla vita.

In attesa dell’uscita del suo nuovo libro, intanto, Don DeLillo riceverà, il 18 novembre, la Medal for Distinguished Contribution to American Letters, uno dei riconoscimenti letterari più prestigiosi per aver “incorporato brillantemente i ritmi del linguaggio quotidiano all’interno della sua narrativa ben composta e delineata”. Secondo Harold Augenbraum, direttore della National Book Foundation che gli consegnerà la medaglia, “DeLillo è senza dubbio uno dei più grandi romanzieri della sua generazione. Ha avuto un’influenza enorme sulle due generazioni di scrittori che gli sono succedute, e la sua opera continuerà a risuonare nelle opere delle generazioni a venire.

Foto | Di Thousand Robots Thousandrobots (talk). [CC BY-SA 2.0], attraverso Wikimedia Commons




Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.