0
Posted lunedì, 5 ottobre 2015 by Roberto Russo in Mondolibri
 
 

Domenica di carta 2015: l’11 ottobre archivi e biblioteche si raccontano

Domenica di carta 2015

11 ottobre 2015: Domenica di carta. La cultura è apertura. Archivi e Biblioteche si raccontano

Domenica 11 ottobre 2015 Archivi e Biblioteche pubbliche statali e gli istituti afferenti avranno un’apertura straordinaria per l’iniziativa Domenica di carta. La cultura è apertura. Archivi e Biblioteche si raccontano.

Sul sito del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo leggiamo: “L’11 ottobre 2015, Biblioteche e Archivi aprono al pubblico per una giornata dedicata a conoscere i luoghi storici della memoria e il patrimonio in essi contenuto: ogni anno un appuntamento che si rinnova per scoprire il sapere fatto di libri, documenti, fotografie, stampe, disegni. Tante le iniziative che, distribuite in tutta la Penisola, accolgono studiosi e cittadini, adulti e bambini alla ricerca di fonti dirette”.

E in effetti a scorrere l’elenco delle iniziative per Domenica di carta 2015 ne troviamo veramente tante disseminate lungo la Penisola, con programmi che possono interessare in maniera trasversale gli utenti di ogni tipologia come anche i semplici curiosi.

L’iniziativa è rivolta anche ai bambini e a tal proposito segnaliamo l’iniziativa del Centro per il libro e la lettura che ospiterà nella palazzina del Museo H.C. Andersen (via Pasquale Stanislao Mancini, 20 – Roma) una giornata all’insegna della lettura con l’iniziativa Stamattina …viene a trovarci Alice in cui Francesca Gatto leggerà passi da Alice nel paese delle meraviglie. Nel pomeriggio, invece, un incontro dedicato agli adulti con la presentazione della rivista Libri e riviste d’Italia, a cura del Centro per il Libro e la Lettura, in cui l’autrice Michela Monferrini converserà con gli scrittori Lia Levi e Francesco Costa.

Domenica di carta è un’ottima iniziativa, senza dubbio, che, però deve essere supportata da vere politiche di sostegno alla cultura (come ha sottolineato Stefano Benni) e non soltanto da eventi spot. A tal proposito è significativo l’intervento di un utente sulla pagina Facebook del MiBACT che, parlando della sua esperienza presso l’Archivio di Stato di Roma, sottolinea che “il vero evento eccezionale sarebbe riuscire a garantire un servizio degno nei giorni normali”.




Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.