0
Posted 12 Ottobre 2015 by Roberto Russo in News culturali
 
 

Premio Nobel 2015: Angus Deaton, Nobel per l’Economia

Angus Deaton, Premio Nobel per l'Economia 2015

Premio Nobel 2015: ad Angus Deaton il Premio Nobel per l’Economia 2015

Il Premio Nobel 2015 per l’Economia è stato assegnato ad Angus Deaton, originario della Scozia ma attualmente docente nell’Università di Princeton, New Jersey, USA. La motivazione del Premio è la seguente: “per le sue analisi su consumi, povertà e welfare”.

Nelle ultime volontà di Alfred Nobel non c’è questo premio, il cui nome ufficiale è Premio della Banca di Svezia per le scienze economiche in memoria di Alfred Nobel: tale Premio viene assegnato dal 1969 a seguito dell’istituzione di un fondo speciale da parte della Sveriges Riksbank per i suoi trecento anni di fondazione. Il Premio Nobel per l’economia – come viene comunemente chiamato – è comunque gestito dalla Fondazione Nobel e assegnato insieme agli altri premi.

L’unico italiano a vincere il Nobel per l’economia è stato Franco Modigliani (1918-2003, dal 1946 anche cittadino statunitense) nel 1985 “per la sua analisi pionieristica del risparmio e dei mercati finanziari”.

Foto | Facebook

Al Quartetto per il dialogo nazionale tunisino il Nobel per la Pace 2015

Premio Nobel 2015 per la pace

I vincitore del Premio Nobel 2015 per la pace

9 ottobre 2015 – Il Quartetto per il dialogo nazionale tunisino si è aggiudicato il Premio Nobel per la pace 2015. La motivazione è la seguente: ““per il suo contributo decisivo alla costruzione di una democrazia pluralistica in Tunisia, sulla scia della Rivoluzione del Gelsomino del 2011”

Il Quartetto per il dialogo nazionale tunisino è composto da quattro organizzazioni il cui obiettivo era quello di costruire una democrazia pluralistica in Tunisia durante la Rivoluzione del Gelsomino nel 2011. Le organizzazioni che fanno parte del Quartetto sono: l’Unione Generale Tunisina del Lavoro, la Confederazione Tunisina dell’Industria, la Lega Tunisina per la Difesa dei Diritti dell’Uomo, l’Ordine Nazionale degli Avvocati di Tunisia.

Foto | Facebook

Premio Nobel 2015: Svetlana Alexievich vince il Nobel per la letteratura

Svetlana Alexievich

Svetlana Alexievich, Premio Nobel 2015 per la letteratura

8 ottobre 2015 – Il Premio Nobel per la letteratura 2015 è stato assegnato a Svetlana Alexievich “per la sua opera polifonica, un monumento alla sofferenza e al coraggio nel nostro tempo”. L’annuncio è stato dato da Sara Danius, Segretario Permanente dell’Accademia di Svezia.

Su GraphoMania faremo vari approfondimenti sulla figura e l’opera di Svetlana Alexievich e, intanto, le inviamo le nostre congratulazioni.

Foto | Facebook

Premio Nobel 2015: a Thomas Lindahl, Paul Modrich e Aziz Sancar il Nobel per la chimica

Premio Nobel 2015: a Thomas Lindahl, Paul Modrich e Aziz Sancar il Nobel per la chimica

Premio Nobel 2015: Thomas Lindahl, Paul Modrich e Aziz Sancar hanno vinto il Nobel per la chimica

7 ottobre 2015 – È stato assegnato il Premio Nobel per la chimica 2015: a vincerlo sono stati Thomas Lindahl, Paul Modrich e Aziz Sancar per studi sulla riparazione del DNA. I tre studiosi Sono stati premiati per aver mappato a livello molecolare la procedure che le cellule usano per riparare il DNA danneggiato e salvaguardare le informazioni genetiche.

Tomas Lindahl (Svezia) è del Francis Crick Institute di Londra, Paul Modrich (USA) lavora presso lo Howard Hughes Medical Institute e la Duke University School of Medicine negli USA e Aziz Sancar (Turchia) presso The University of North Carolina at Chapel Hill sempre negli Stati Uniti d’America.

La chimica è stata la scienza più importante del lavoro di Alfred Nobel: lo sviluppo delle sue ricerche come anche i processi industriali di cui si serviva si basavano tutti sulla chimica. Nel suo testamento Alfred Nobel ha indicato la chimica come seconda area del premio (la prima area è la fisica).

Il Premio Nobel per la chimica è assegnato dall’Accademia Reale Svedese delle Scienze che ha sede a Stoccolma. L’unico italiano ad aver vinto questo Nobel è stato Giulio Natta (1903-1979) nel 1963, insieme al tedesco Karl Ziegler (1898-1973. Il Nobel venne loro assegnato per le “scoperte nel campo della chimica e della tecnologia dei polimeri”.

Foto | Facebook

Premio Nobel 2015: a Takaaki Kajita e Arthur B. McDonald il Nobel per la fisica

Premio Nobel 2015: a Takaaki Kajita e Arthur B. McDonald il Nobel per la fisica

Premio Nobel 2015: Takaaki Kajita e Arthur B. McDonald vincono il Nobel per la fisica

6 ottobre 2015 – Il Premio Nobel per la fisica 2015 è stato vinto da Takaaki Kajita e Arthur B. McDonald, come annunciato da Göran K. Hansson, Segretario Permanente della Royal Swedish Academy of Sciences. La motivazione dell’assegnazione del Premio è la seguente: “per la scoperta delle oscillazioni del neutrino che mostrano che il neutrino ha massa”.

Takaaki Kajita è docente presso la University of Tokyo mentre Arthur B. McDonald insegna Queen’s University in Canada: sono stati premiati per i loro studi che hanno dimostrato che i neutrini cambiano identità: questa metamorfosi indica che i neutrini hanno una massa. Tale scoperta ha cambiato la nostra comprensione di come funzioni la materia nel profondo e può rivelarsi fondamentale per la nostra visione dell’universo.

Per quel che riguarda l’Italia Premi Nobel per la fisica sono cinque: nel 1909 l’ha vinto Guglielmo Marconi; dopo quasi trent’anni, il Nobel per la fisica tornò in Italia: nel 1938, infatti, lo vinse Enrico Fermi. Nel 1959 fu la volta di Emilio Gino Segrè (naturalizzato statunitense) e nel 1984 vinse Carlo Rubbia. L’ultimo Nobel italiano per la fisica è Riccardo Giacconi (anche lui naturalizzato statunitense) che si è aggiudicato il riconoscimento nel 2002.

Foto | Facebook

Premio Nobel 2015: Campbell, Ōmura e Youyou Tu vincono il Nobel per la medicina

Premio Nobel 2015: a William C. Campbell, Satoshi Ōmura e Youyou Tu il Nobel per la medicina

Premio Nobel 2015 – I vincitori del Nobel per la Medicina: da sinistra William C. Campbell, Satoshi Ōmura e Youyou Tu

5 ottobre 2015 – William C. Campbell, Satoshi Ōmura e Youyou Tu hanno vinto il Premio Nobel per la Medicina 2015. I primi due hanno vinto il Nobel “per le loro scoperte riguardanti un nuova terapia contro le infezioni causate da parassiti intestinali”, mentre Youyou Tu “per la sua scoperta di una nuova terapia contro la malaria”

William C. Campbell (USA) e Satoshi Ōmura (Giappone) hanno scoperto un nuovo farmaco, l’Avermicitina, i cui derivati hanno notevolmente ridotto l’incidenza della cecità fluviale (oncocercosi) e della filariosi linfatica (elefantiasi), oltre a mostrare efficacia nei confronti di un numero crescente di altre malattie parassitarie. Youyou Tu (Cina) ha scoperto l’Artemisinina, un farmaco che ha ridotto in modo significativo il tasso di mortalità per i pazienti affetti da malaria.

L’Assemblea dei Nobel del Karolinska Institute di Stoccolma ha, così, scelto William C. Campbell, Satoshi Ōmura e Youyou Tu tra le molte candidature che sono giunte: quest’anno sono stati 327 scienziati a essere valutati e di questi 57 per la prima volta.

In Italia il Nobel per la Medicina non arriva da quasi trent’anni: l’ultima a vincerlo, infatti, è stata Rita Levi Montalcini nel 1986. Gli altri italiani ad aggiudicarsi il Nobel per la medicina sono stati Camillo Golgi nel 1906 e Renato Dulbecco nel 1975. A questi vanno aggiunti Daniel Bovet, biochimico svizzero naturalizzato italiano, che si è aggiudicato il Nobel per la Medicina nel 1957, Salvador E. Luria (italiano naturalizzato statunitense) nel 1969 e Mario Renato Capecchi, genetista italiano naturalizzato statunitense, nel 2007.

Premio Nobel 2015: il calendario degli annunci

Premio Nobel 2015: il calendario degli annunci

23 settembre 2015 – Si scaldano i motori per l’assegnazione del Premio Nobel 2015: si partirà lunedì 5 ottobre con l’assegnazione del Nobel per la fisiologia o medicina e si terminerà il 12 ottobre con quello in economia. Però il calendario potrebbe essere un po’ diverse, perché la data del Premio Nobel 2015 per la letteratura non è stata stabilita (è tradizione che venga comunicata in un secondo momento) e quindi si potrebbe iniziare prima o terminare dopo. È pur vero che rimane libero giovedì 8 ottobre ed è assai probabile che sarà in quella data che verrà annunciato il Nobel per la letteratura [e in effetti è stata scelta proprio quella data, ndr].

Al momento il calendario ufficiale per il Premio Nobel 2015 è così strutturato:

  • Fisiologia o medicina: lunedì 5 ottobre, non prima delle 11.30
  • Fisica: martedì 6 ottobre, non prima delle 11.45
  • Chimica: mercoledì 7 ottobre, non prima delle 11.45
  • Pace: venerdì 9 ottobre alle 11.00
  • Economia: lunedì 12 ottobre alle 13.00
  • Letteratura: la data verrà comunicata in un secondo momento

Il Premio Nobel, come è noto, è stato istituito da Alfred Nobel che nel suo testamento scrisse:

La totalità del mio residuo patrimonio realizzabile dovrà essere utilizzata nel modo seguente: il capitale, dai miei esecutori testamentari impiegato in sicuri investimenti, dovrà costituire un fondo i cui interessi si distribuiranno annualmente in forma di premio a coloro che, durante l’anno precedente, più abbiano contribuito al benessere dell’umanità. Detto interesse verrà suddiviso in cinque parti uguali da distribuirsi nel modo seguente: una parte alla persona che abbia fatto la scoperta o l’invenzione più importante nel campo della fisica; una a chi abbia fatto la scoperta più importante o apportato il più grosso incremento nell’ambito della chimica; una parte alla persona che abbia fatto la maggior scoperta nel campo della fisiologia o della medicina; una parte ancora a chi, nell’ambito della letteratura, abbia prodotto il lavoro di tendenza idealistica più notevole; una parte infine alla persona che più si sia prodigata o abbia realizzato il miglior lavoro ai fini della fraternità tra le nazioni, per l’abolizione o la riduzione di eserciti permanenti e per la formazione e l’incremento di congressi per la pace. I premi per la fisica e per la chimica saranno assegnati dalla Accademia Reale Svedese delle Scienze; quello per la fisiologia o medicina dal Karolinska Instituet di Stoccolma; quello per la letteratura dall’Accademia di Stoccolma, e quello per i campioni della pace da una commissione di cinque persone eletta dal Parlamento norvegese. È mio espresso desiderio che all’atto della assegnazione dei premi non si tenga nessun conto della nazionalità dei candidati, che a essere premiato sia il migliore, sia questi scandinavo o meno.

Foto | Facebook




Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.