0
Posted 9 Novembre 2015 by Roberto Russo in Zibaldone
 
 

Hedy Lamarr, mito del cinema e inventrice, nel doodle di Google

La bellezza di Hedy Lamarr era invidiata da tutto il mondo e a questa dote naturale lei univa una intelligenza sopraffina che le ha permesso di sviluppare lo spread-spectrum, in italiano spettro espanso, precursore del wi-fi. A lei Google dedica il doodle animato – un video, in verità – in occasione dei 101 anni dalla nascita. Il doodle di Google per Hedy Lamarr è stato realizzato da Jennifer Hom.

Hedy Lamarr era il nome d’arte dell’attrice austriaca naturalizzata statunitense Hedwig Eva Kiesler (Vienna1913 – Attamonte Springs, Florida, 2000). In Europa, e non solo, suscitò scandalo per una sequenza del suo film Estasi (1933) di Gustav Machatý, in cui compariva completamente senza vestiti: la scena era stata ripresa con l’inganno da parte del regista, grazie all’utilizzo degli zoom. Nel 1938 si trasferì negli USA e qui adottò il nome con il quale è diventata famosa e interpretò moltissimi film, fino agli anni Cinquanta, tra cui Un’americana nella Casbah (1938); Disonorata (1947); Sansone e Dalila (1949).

Hedy Lamarr, madre del wi-fi

La sua bellezza e la sua cinematografia sono sempre celebrate, ma non dimentichiamo la sua attività da inventrice: in collaborazione con il musicista George Antheil, infatti, inventò il frequency hopping spread spectrum, sistema di guida radio dei siluri che poi è alla base della moderna telefonia mobile. Il riconoscimento per questa invenzione arrivò solo nel 1997 quando Hedy Lamarr aveva 83: le venne consegnato, infatti, il Pioneer Award, riconoscimento che in passato era stato assegnato anche a Vinton Cerf, informatico considerato uno dei padri di Internet. Purtroppo a quei temi non Washington snobbò l’invenzione di Hedy Lamarr e si preferì farle cavalcare l’onda della bellezza per la raccolta di fondi necessari per finanziare la guerra (si poteva avere un bacio da Hady Lamarr se si fossero sottoscritte obbligazioni per 25mila dollari). Tuttavia Hedy Lamarr ebbe una rivincita quando la tecnica da lei inventata con George Antheil venne adottata dagli USA come sistema di comunicazione sulle navi impegnate nel blocco di Cuba.

Hedy Lamarr è morta il 19 gennaio 2000, nel sonno, per attacco cardiaco, e, per sua volontà, le sue ceneri sono state disperse in Austria, su una collina della Selva Viennese.




Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.