0
Posted 9 Novembre 2015 by Roberto Russo in Mondolibri
 
 

Umbrialibri 2015: la Grecia

Umbrialibri 2015

Umbrialibri 2015

Torna Umbrialibri, appuntamento con i libri e la cultura che si svolge tra Perugia e Terni. A Umbrialibri 2015 la sezione perugina avrà come filo conduttore la Grecia perché, come ebbe a scrivere Percy Bysshe Shelley: “Siamo tutti greci. Le nostre leggi, la nostra letteratura, la nostra religione, le nostre arti hanno le loro radici in Grecia. Se non fosse stato per la Grecia saremmo ancora selvaggi o idolatri”. L’idea è quella di guardare alle origini della cultura europea che trova in Grecia la sua culla: non uno sguardo sull’attualità con i suoi problemi economici e sociali, ma un’analisi più profonda che testimonia le nostre radici comuni.

Umbrialibri 2015 si svolgerà a Perugia dal 13 al 15 novembre, presso il Complesso monumentale di Borgo XX Giugno. Come scrive Catiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria, nel libretto di presentazione della kermesse:

Umbrialibri è la manifestazione che la Regione organizza per caratterizzare la promozione della lettura e della cultura. La sua particolarità, rispetto alle tante iniziative che si svolgono in Italia, è di mantenere una forte connessione tra la produzione culturale nazionale e quella regionale. Molto spesso nei festival letterari e culturali l’attenzione necessaria verso l’alto può comportare un oblio delle radici, del mondo culturale che ci circonda e ci nutre.

Senza alcuna polemica, ma solo considerando quanto avvenuto negli anni scorsi, a volte, però, l’editoria locale è messa in secondo piano, con alcune scelte organizzative che a stento si comprendono. Speriamo che Umbrialibri 2015 sia migliorata da questo punto di vista.

La formula di Umbrialibri 2015 è simile a quella degli altri anni: un incontro tra editoria nazionale e locale, con vari incontri con gli autori, presentazioni di libri, reading ed eventi culturali di vario genere. Tra gli appuntamenti dedicati al tema portante, la Grecia, segnaliamo l’incontro con Eva Cantarella su Il conflitto tra genitori e figli nel mondo antico (venerdì 13 novembre, ore 17), la conferenza Atene e Roma con Massimo Cacciari (sabato 14 novembre, ore 16.30) e l’incontro con la scrittrice Ersi Sotiropoulos (sempre il 14 alle 15).

Allargando lo sguardo segnaliamo la presentazione del libro La ferocia, vincitore del Premio Strega 2015, con l’autore Nicola Lagioia, come anche l’appuntamento con Umbrialibri Noir che ospita la presentazione di libri di Giampaolo Simi (Cosa resta di noi), Maurizio de Giovanni (Anime di vetro. Falene per il commissario Ricciardi), Marilù Oliva (Lo zoo) ed Elisabetta Bucciarelli (La resistenza del maschio).

In contemporanea a Umbrialibri 2015 si tiene Radioeuropa, la festa di Radio3, che trasmetterà dalla sede di Umbrialibri e sarà l’occasione per approfondire aspetti culturali di Perugia e dell’Umbria.




Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.