1
Posted 13 Dicembre 2015 by Susanna Trossero in Mondolibri
 
 

I CofaLetti, il packaging letterario che invita alla lettura

CofaLetti

Leggiamoly è uno dei CofaLetti che potete trovere in libreria e online

Avete già sentito parlare dei… Cofaletti? Si tratta di oggetti da collezione, di insolite idee regalo, o forse soltanto di un modo bizzarro di presentare un libro o di inserirlo tra gli altri presenti nelle vostre case, sconcertando gli ospiti.

Perché? E in che cosa consiste?

Ebbene, prendendo spunto da oggetti che non mancano mai nelle nostre case, si è dato un nuovo “vestito” alle nostre amate letture, così potrà capitare di vedere in libreria tra i tanti titoli un brik di latte, o un pacco di detersivo, e di non capire che ci facciano nel luogo sbagliato!

Definiti Packaging letterari, i Cofaletti in realtà sono la proposta non del tutto nuova di Geca Industrie Grafiche; l’azienda infatti cominciò circa dieci anni fa a realizzare in numero ridotto questi finti pacchi di detersivi, sigarette, pasta o quant’altro si presti all’idea (ma in realtà si tratta, come avrete capito, di cofanetti di libri) per farne omaggio ai lettori affezionati. Oggi i Cofaletti si trovano in tante librerie indipendenti sparse nella penisola – e anche online –, in una sorta di mostra che verrà suddivisa tra i clienti fino a esaurimento dei pezzi. Ogni tre libri acquistati, potrà capitarvi quindi di ricevere in omaggio una insolita confezione di dado star, o un pacco di pasta Barilla, contenenti delle sorprese letterarie.

Ne abbiamo individuato alcuni travestiti da… scatole di Monopoli. Sulla confezione, il nome del noto gioco di società è stato modificato in Leggiamoly, e là vi troverete una dicitura:

un gioco che ti farà vivere storie fantastiche, ti farà riflettere, sorridere, commuovere. Lo scopo del gioco è rilassarsi, conoscere, divertirsi, viaggiare attraverso le pagine e le parole. Leggiamoly non ha alcuna regola. Nessuno può perdere.

Cogliamo con entusiasmo l’ironia della proposta, poiché se è vero che certi beni di consumo che ci sono più che familiari fanno parte di ogni casa italiana, è altrettanto vero che in troppe di queste case non esiste una libreria. E allora, perché non tentare di far entrare un romanzo sotto mentite spoglie anche là dove mai gli è stata aperta la porta?

Foto | Geca




Susanna Trossero

 
Susanna Trossero è nata a Cagliari e vive a Roma. Ha fatto della scrittura la sua principale occupazione. Ha pubblicato poesie, raccolte di racconti, romanzi, e sta lavorando ad altri progetti. È un’appassionata di racconti brevi.