0
Posted 27 Aprile 2016 by Roberto Russo in Mondolibri
 
 

Quattro cose su Millennium 5, il nuovo libro di David Lagercrantz

David Lagercrantz è al lavoro per Millennium 5

David Lagercrantz è al lavoro per Millennium 5

Se avete letto Quello che non ti uccide, quarto volume della saga Millennium, vi sarete resi conto che lo stile usato da David Lagercrantz per continuare l’opera di Stieg Larsson è stato abbastanza fiacco, per così dire. Viste le critiche ricevute, Lagercrantz (che tra l’altro è autore de La caduta di un uomo – in Italia sempre per Marsilio – sulla morte di Alan Turing) ha deciso che Millennium 5 sarà più simile a un romanzo di Raymond Chandler. Ma non è l’unica novità riguardante il quinto libro della serie Millennium.

Quattro curiosità su Millennium 5

Sarà disponibile sul mercato in contemporanea mondiale. Millennium 5 sarà tradotto in 56 lingue (più di quelle in cui è stato tradotto il quarto volume della saga, Quello che non uccide) e tutte le varie versioni saranno pronte contemporaneamente: per questo motivo David Lagercrantz consegnerà il testo a febbraio 2017 in modo che i traduttori abbiano tempo per lavorare. Tra l’altro nel 2019 è già in programma Millennium 6.

Sarà un hard boiled alla Zlatan Ibrahimovic: David Lagercrantz ha ammesso di essere stato un po’ snob nel suo precedente volume nel parlare di alcuni temi scientifici e filosofici. Così per Millennium 5 ha decido di scrivere un romanzo più divulgativo e meno tecnico, “alla Zlatan” (ricordiamo che Lagecrantz è, di fatto, l’autore della biografia di Ibrahimovic dal titolo Io, Ibra) e con espliciti agganci all’hardboiled, genere lanciato da Raymond Chandler. Qualcuno in rete ha commentato che Lisbeth Salander potrebbe diventare Zalander!

L’autore sta lavorando duramente alla scrittura. Intervistato dal quotidiano Dagens Nyheter di Stoccolma ha affermato che il lavoro di revisione delle prime duecento pagine di Millennium 5 è molto duro e non è del tutto soddisfatto del risultato (ricordiamo che in precedenza aveva dichiarato di essere nato per scrivere il sequel di Millennium). Lagecrantz ha spiegato che scrivere hard boiled non è facile, visto che si tratta di «uno stile molto difficile perché richiede ritmo, e quando arriva il colpo finale devi essere pronto».

Lagercrantz è preoccupato per i soldi. David Lagercrantz ha detto di aver ricevuto almeno dieci corone (poco più di un euro) per ogni copia venduta di Quello che non uccide. Considerando che nel mondo sono state vendute circa tre milioni e mezzo di copie del suo libro, lui ha incassato sui tre milioni e ottocentomila euro. Tenuto conto che per il quinto volume sono previste maggiori vendite, Lagecrantz spera di non essere fagocitato dalla cupidigia. Ad averne di questi problemi…

Foto | Di Frankie Fouganthin (Opera propria) [CC BY-SA 3.0], attraverso Wikimedia Commons




Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.