0
Posted 2 Maggio 2016 by Roberto Russo in Zibaldone
 
 

Le più belle frasi sul silenzio

Frasi sul silenzio

Frasi sul silenzio, per riflettere e apprezzare

Il silenzio può avere diverse sfumature: se il non parlare è la modalità immediata che viene in mente, è pur vero che ci sono altri tipi di silenzio, più profondo. Far tacere il subbuglio della mente (o del cuore), per esempio; mettere a tacere il continuo flusso di informazioni in cui siamo immersi; non lasciarsi andare a “parlare” sui social network (non è un caso che una delle funzioni di Twitter si chiami: “Togli la voce”).

Il silenzio è per alcuni un sollievo, per altri un tormento. Scrittori e pensatori di ogni tempo hanno detto la loro su questo argomento e noi abbiamo raccolto alcune frasi sul silenzio che possono aiutare a riflettere e a comprendere.

Frasi sul silenzio di autori famosi

  • Alla corte, figliolo, l’arte più necessaria non è di parlar bene, ma di saper tacere. (Voltaire)
  • Alle calunnie si risponde meglio con il silenzio. (Ben Jonson)
  • Avare siano le tue parole ed eloquente il tuo silenzio. (Filarete)
  • Ciascuno si sforzi di osservare con diligenza e con attenzione il silenzio, in cui è posto il culto della giustizia. (Regola carmelitana)
  • Con silenzio e pazienza, vincerai la maldicenza. (Proverbio)
  • Contro chi tace non c’è castigo né risposta. (Miguel de Cervantes)
  • Dall’albero del silenzio pende il suo frutto, la pace. (Arthur Schopenhauer)
  • Della migliore compagnia si è detto: la sua conversazione è istruttiva, il suo silenzio formativo. (Goethe)
  • Difficile è vivere con gli uomini, perché tacere è così difficile. (Friedrich Nietzsche)
  • E io che intesi quel che non dicevi, m’innamorai di te perché tacevi. (Lorenzo Stecchetti alias Olindo Guerrini)
  • Ho sempre pensato che la musica dovrebbe essere solo lo straripare di un grande silenzio. (Marguerite Yourcenar)
  • Il linguaggio più eloquente dell’amore è il silenzio. (Igino Ugo Tarchetti)
  • Il loro silenzio è un’eloquente affermazione. (Cicerone)
  • Il resto è silenzio. (William Shakespeare)
  • Il silenzio di quell’uomo è magnifico da ascoltare. (Thomas Hardy)
  • Il silenzio è d’oro, la parola d’argento. (Proverbio)
  • Il silenzio è diventato la sua madre lingua. (Oliver Goldsmith)
  • Il silenzio è la più perfetta espressione del disprezzo. (George Bernard Shaw)
  • Il silenzio eterno di questi spazi infiniti mi atterrisce. (Blaise Pascal)
  • La più vera ragione è di chi tace. (Eugenio Montale)
  • Le menzogne più crudeli sono spesse dette in silenzio. (Robert Louis Stevenson)
  • Le persone che non fanno rumore sono pericolose. (Jean de La Fontaine)
  • Le persone più silenziose sono di solito quelle che hanno la più alta opinione di sé. (William Hazlitt)
  • Lo scandalo del mondo è ciò che fa l’offesa, e peccare in silenzio non è peccare affatto. (Molière)
  • Lo stolto che tace viene preso per un saggio. (Publilio Siro)
  • Mi sono spesso pentito di aver parlato, mai di aver taciuto. (Publilio Siro)
  • Nel parlare troppo non potrà mancare la colpa. (Regola carmelitana)
  • Nel silenzio e nella speranza sarà la vostra forza. (Regola carmelitana)
  • Non ogni verità è bene che sveli sicura il suo volto; e spesso il silenzio è per l’uomo il miglior proposito. (Pindaro)
  • O taci, o di’ cosa migliore del silenzio. (Proverbio)
  • Se fossi re, istituirei cattedre per insegnare a tacere. (Lope de Vega)
  • Se qualcuno ritiene di essere religioso, ma non frena la lingua e inganna così il suo cuore, la sua religione è vana. (Lettera di Giacomo)
  • Silenzio sagace apporta la pace. (Proverbio)
  • Solo il silenzio è grande, tutto il resto è debolezza. (Alfred de Vigny)
  • Su ciò di cui non si può parlare, si deve tacere. (Ludwig Wittgenstein)
  • Una parola vale un denaro; il silenzio ne vale due. (Talmud)

Foto | Di George Bernard O’Neill (1828-1917) (http://kykolnik.dreamwidth.org) [Public domain], attraverso Wikimedia Commons




Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.