0
Posted 2 Giugno 2016 by Luigi Milani in Recensioni
 
 

Gianni Berengo Gardin. “Vera Fotografia”: mostra a Roma

Gianni Berengo Gardin. "Vera fotografia". Reportage, immagini, incontri

Gianni Berengo Gardin. “Vera fotografia”. Reportage, immagini, incontri

A volte un fotografo riesce a narrare la storia del nostro tempo e della nostra società con abilità ed efficacia anche superiori al miglior cronista. Mi riferisco a Gianni Berengo Gardin (Santa Margherita Ligure, 1930), artista in attività dalla fine degli anni ’40.

Mai schiavo dello sterile tecnicismo – è nemico del dilagante e abusato fotoritocco, tra l’altro – Gardin ha sempre cercato di cogliere il momento essenziale di un avvenimento o di testimoniare realtà anche difficili e scomode da rappresentare. Penso alla perdurante attenzione nei confronti delle etnie rom ad esempio o alla rappresentazione del mondo del lavoro. Ammirevole l’impegno anche nel reportage di denuncia, fino al recente servizio sull’infausto transito delle Grandi Navi a Venezia.

Il suo è lo sguardo, attento ma sempre “esterno”, del testimone fedele e pronto a catturare l’attimo che caratterizza un evento, un modo di vivere, di lavorare… una vita, talvolta.

“Quando fotografo” ha affermato Gianni Berengo Gardin, “amo spostarmi, muovermi. Non dico danzare come faceva Cartier-Bresson, ma insomma cerco anch’io di non essere molto visibile. Quando devo raccontare una storia, cerco sempre di partire dall’esterno: mostrare dov’è e com’è fatto un paese, entrare nelle strade, poi nei negozi, nelle case e fotografare gli oggetti. Il filo è quello; si tratta di un percorso logico, normale, buono per scoprire un villaggio ma anche, una città, una nazione. Buono per conoscere l’uomo”.

La mostra Gianni Berengo Gardin. “Vera fotografia”. Reportage, immagini, incontri, curata da Alessandra Mammì e Alessandra Mauro, organizzata da Azienda Speciale Palaexpo in collaborazione con Contrasto e Fondazione Forma per la Fotografia, presenta un’ampia e dettagliata panoramica dei suoi principali reportage.

Si tratta di un corpus imponente composto da circa 250 fotografie, comprese stampe d’epoca in formato 30 x 40, articolate in sezioni: Venezia, Milano, Il mondo del lavoro, Manicomi, Zingari, La protesta, Il racconto dell’Italia, Ritratti, Figure in primo piano, La casa e il mondo, Dai paesaggi alle Grandi Navi.

Non mancano anche 24 stampe di grandi dimensioni, selezionate e commentate da amici spesso illustri, intellettuali e colleghi: punti di vista interessanti e piacevoli, che accrescono se possibile l’interesse nel visitatore.

Gianni Berengo Gardin.
“Vera fotografia”.
Reportage, immagini, incontri
19 maggio > 28 agosto 2016
Palazzo delle Esposizioni
Via Nazionale, 194
00184 Roma
Call center 06 39967500

Foto | Palazzo delle Esposizioni




Luigi Milani

 
Luigi Milani è giornalista freelance, editor e traduttore. Autore di due romanzi e una raccolta di racconti, ha curato le edizioni italiane degli ultimi due libri di Jasmina Tešanović, Processo agli Scorpioni e Nefertiti (Stampa Alternativa 2008-2009), e le versioni italiane di alcuni racconti di Bruce Sterling (40k eBooks). È tra i fondatori delle Edizioni XII. Vive e lavora a Roma. Per la Graphe.it edizioni dirige la collana di narrativa digitale eTales.