0
Posted 9 Luglio 2016 by Mariantonietta Barbara in Mondolibri
 
 

Elémire Zolla, filosofo e scrittore dalla fama di sciamano

Elémire Zolla (1926 – 2002)

Elémire Zolla (1926 – 2002)

Quante volte siamo rimasti incantati di fronte alla biografia di persone particolarmente intelligenti ed eclettiche? Spesso menti di questo tipo hanno i natali proprio nel nostro Paese, ma a noi non è dato saperlo.

Ecco perché oggi ricordiamo Elémire Zolla, nato appunto il 9 luglio del 1926 a Torino. Le sue origini sono già un programma: un padre pittore, nato in Inghilterra da un italiano che aveva sposato un’alsaziana (l’Alsazia è una regione francese a ridosso di Germania e Svizzera); una madre inglese musicista.

Chi è stato Elémire Zolla

Elémire Zolla, che diventò poi filosofo, storico delle religioni e prolifico scrittore, trascorse dunque la sua infanzia in un ambiente ricco di stimoli. Le prime lingue che parlò furono italiano, inglese e francese e viaggiò molto con la sua famiglia tra Inghilterra, Francia e Italia. Non contento, al suo percorso di studi aggiunse anche tedesco e spagnolo.

Si dilettò nella pittura, nella scrittura (vinse il Premio Strega opera prima a trent’anni con una composizione realizzata a ventidue dal titolo Minuetto all’inferno), studiò diritto e si laureò in giurisprudenza nel 1953, ma si orientò anche agli studi di psichiatria.

Si sposò tre volte, insegnò Letteratura Angloamericana a Roma (grazie a Praz), poi a Catania e infine a Genova. A partire dal 1968 intraprese viaggi in tutto il mondo e si interessò alla spiritualità e alle religioni dei paesi visitati. La sua passione per questi temi, lo portò a diventare un esperto di temi esoterici. Aveva a quel tempo già pubblicato un’opera monumentale I mistici dell’Occidente, più di ottocento pagine sulla mistica occidentale, mentre negli anni successivi si dedicò, non a caso, alla traduzione delle opere di Pavel Aleksandrovič Florenskij.

Il simbolismo del linguaggio esoterico era per lui una chiave per accedere alle immagini comuni, condivise da Oriente e Occidente, prima di una scissione dovuta al pensiero razionale.  Le istanze che precedono il racconto esoterico accomunano tutti gli esseri umani. Umberto Eco lo considerò un apocalittico, in quanto strenuo difensore della tradizione rispetto alla modernità.

Per approfondire

Se volete conoscerlo meglio, c’è una associazione che ha deciso di dedicarsi al lascito intellettuale di Elémire Zolla, al catalogo Adelphi che ha pubblicato molti dei suoi titoli (ad esempio I mistici dell’Occidente e Le tre vie), ai canali Youtube che ripropongono interviste o interventi. Di sicuro non vi annoierete (anche se seguirlo sarà sicuramente impegnativo).

Foto | screenshot da YouTube




Mariantonietta Barbara

 
Autrice per il web, scrittrice, editor. Ha collaborato con diverse testate nazionali di nanopublishing. Si è occupata di blogging e web strategy per piccole aziende. Leggere, scrivere e perdersi nelle serie tv sono le sue grandi passioni.