0
Posted giovedì, 11 Agosto 2016 by Roberto Russo in Mondolibri
 
 

Libri con i protagonisti in vacanza: consigli di lettura

Libri con protagonisti in vacanza

Libri con i protagonisti in vacanza: consigli di lettura

In vacanza si legge di più, è un dato di fatto. Perché non provare a leggere libri i cui protagonisti sono in vacanza? In questo modo, in un certo senso, la vacanza è doppia, perché mentre siete in vacanza leggete storie di persone che sono in ferie.

Vi proponiamo una serie di libri i cui protagonisti sono in vacanza: non sempre ferie estive e non sempre vacanze liete, ma tutti testi accomunati dal fatto che i personaggi principali sono in ferie.

10 libri i cui protagonisti sono in vacanza

Ecco dieci libri (in realtà sono undici…) i cui protagonisti sono in vacanza e che magari sono ottime letture sempre, non solo quando si è in ferie!

  • Anton Čechov (1860-1904), Il gabbiano. Una tenuta estiva in campagna è la scena in cui arrivano vari personaggi per trascorrere un periodo di riposo mentre uno scrittore famoso, amante della sorella del padrone di casa, scrive la sua opera. Si stabiliscono, così, varie e complesse relazioni tra i personaggi e, visto che l’autore è Čechov, sappiamo già che tutto finirà in un modo abbastanza tragico.
  • Elizabeth von Arnim (1866-1941), Un incantevole aprile. Elizabeth von Arnim è una di quelle scrittrici degli inizi del secolo XX che narrano storie «incantevoli» ma che possono essere anche molto «corrosive». In Un incantevole aprile si narra di due donne che non si conoscono ma sono annoiate della loro vita in Inghilterra e decidono di affittare un castello in Italia per trascorrervi alcune settimane di vacanza. Per portare a termine il loro progetto avranno bisogno di altre due donne che le aiutino con l’affitto.
  • Thomas Mann (1875-1955), Morte a Venezia. Un classico, senza ombra di dubbio. Gustav von Aschenbach, uno scrittore che ha perso l’ispirazione, giunge a Venezia nella speranza di trovare un nuovo stimolo per la sua scrittura e si stabilisce presso un hotel di lusso. Lì conoscerà il giovane Tadzio che diventerà la sua ossessione. Il romanzo rientra tra quelli scandalosi del secolo XX e alcuni vi hanno voluto leggere un’eco dei «panni sporchi» della stessa famiglia Mann.
  • Truman Capote (1924-1984), Incontro d’estate. Romanzo breve di Capote, probabilmente il suo primo racconto, che è stato pubblicato solo nel 2005, oltre vent’anni dopo la morte dell’autore. Si tratta di un conflitto sociale sulla perdita dell’innocenza: una giovane di buona famiglia resta da sola nella casa dei suoi genitori a New York e inizia una relazione con un giovane operaio. E già si intuisce che non andrà a finire bene…
  • Ana María Matute (1925-2014), Prima memoria. Due bambini si trovano nella casa della nonna, su un’isola, per trascorrere le vacanze estive, quando scoppia la guerra e si trovano prigionieri dell’isola, circondati da tutte le tensioni del momento. Uno dei romanzi chiave sulla Guerra civile spagnola.
  • Dacia Maraini (1936), La vacanza. È il romanzo d’esordio di Dacia Maraini ed è ambientato nell’estate del 1943. Protagonisti sono l’adolescente Anna e suo fratello più piccolo Giovanni. Entrambi escono dal collegio per passare le vacanze insieme al padre e alla matrigna nel paese sul mare in cui vivono. In quell’estate del 1943 la quattordicenne Anna scoprirà l’amore, o quello che lei crede essere amore. La vacanza non è solo il periodo che i due vivono fuori dal collegio, ma anche quello strano senso di vuoto che si può provare.
  • Ian McEwan (1948), Cortesie per gli ospiti e Chesil Beach. In Cortesie per gli ospiti due turisti inglesi vanno in vacanza in una città di mare (forse Venezia) e lì conoscono una coppia con cui inizieranno un rapporto molto complicata. Questo romanzo può essere letto con un altro di Ian McEwan, vale a dire Chesil Beach, ambientato nel 1962, i cui protagonisti sono una coppia di sposi novelli in luna di miele. E quello che scopriranno su loro stessi e sul loro rapporto non sarà poi così «dolce».
  • Martin Amis (1949), La vedova incinta. Keith Nearing è uno studente universitario di venti anni e si trova a vivere quella che ritiene essere la migliore estate della sua vita. Siamo negli anni Settanta e Nearing, con i suoi amici e la sua fidanzata Lily, vengono in Italia a trascorrere alcune settimane di vacanza in un castello.
  • David Leavitt (1961), I due hotel Francfort. Una vacanza obbligatoria per due coppie che si trovano a Lisbona, nel giugno del 1940, nell’attesa di salpare per gli USA e fuggire così dalla guerra. Ma, forse, partire non è la soluzione migliore, soprattutto dopo che oscure storie dal passato vengono a galla e tra i protagonisti nasce un sentimento che va ben al di là dell’amicizia. Per saperne di più, vi rimandiamo alla nostra recensione.
  • Chiara Cini, Ofelia e la chiave di Altrove. Un fantasy per ragazzi, in eBook, con protagonista una ragazza tredicenne di nome Ofelia. La ragazza pensa che trascorrere le vacanze in campagna possa essere molto noioso, ma durante una passeggiata nei boschi si trova a dover fuggire da un incendio. Solo con l’aiuto di una salamandra, piccola ma al contempo autorevole, Ofelia riuscirà a capire cosa fare. Non solo in quel frangente, ma della sua vita.

Via | Libropatas
Foto | Pixabay




Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.