0
Posted domenica, 2 Ottobre 2016 by Roberto Russo in Zibaldone
 
 

Festa dei nonni 2016 con i gatti del doodle di Google

Il doodle di Google per la festa dei nonni 2016

Il doodle di Google per la festa dei nonni 2016

Felice Festa dei nonni 2016! Oggi, 2 ottobre, si celebra, infatti, la Festa dei nonni, in concomitanza con la memoria degli Angeli custodi: e lo sappiamo bene quanto i nonni siano i nostri angeli custodi, vero?

In Italia la festa dei nonni è prevista da una legge del 2005 che vuole celebrare «l’importanza del ruolo svolto dai nonni all’interno delle famiglie e della società in generale».

Come festeggerete i vostri nonni? Una prima idea potrebbe essere quella di andarli a trovare più spesso, per esempio, e trascorrere del tempo con loro. In ogni caso, buona festa dei nonni 2016.

Il doodle di Google per la festa dei nonni 2016

Google, come spesso accade, celebra questa ricorrenza con un doodle. Quello del 2015 era doppio: uno per la nonna, uno per il nonno. Quest’anno, invece, un unico doodle. E, lo confessiamo!, è un doodle che ci piace particolarmente.

Innanzitutto ci sono i gatti: nonni e nipoti, infatti, sono gatti! C’è nonno gatto (con cappello e farfallino), nonna gatta (con occhialetti e foulard) e i nipotini gattini. Insieme, tutti e quattro, leggono un libro. Come può non piacerci un doodle del genere? Tante volte abbiamo sottolineato che l’esempio è importante per avvicinare i piccoli alla lettura e leggere insieme è un ottimo modo per far scoprire ai piccoli le bellezze contenute nei libri. Il doodle di Google per la festa dei nonni 2016 traduce questo concetto in un disegno molto semplice e, per questo, bello.

Naturalmente, il libro che legge l’allegra famiglia di gatti ha per titolo «Google», ma voi potete scegliere anche altri titoli, vero?

Nelle pagine interne il doodle è più semplificato. Al posto delle «o» della parole Google ci sono i due nonnini miciosi.

Alcuni link per la festa dei nonni

Su GraphoMania ci sono alcuni link di approfondimento per la festa dei nonni 2016 che possono esservi utili, se volete:

Allora, ancora buona festa dei nonni 2016!




Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.