0
Posted domenica, 11 Dicembre 2016 by Roberto Russo in Zibaldone
 
 

Le cartoline di auguri per Natale: una tradizione da non perdere

Cartoline di auguri per Natale

Sempre belle e affascinanti le cartoline di auguri per Natale

Biglietti e cartoline di auguri per Natale sono una tradizione che forse va scomparendo in Italia. All’estero, soprattutto nel mondo di lingua inglese, è molto più forte. Si pensi, per esempio, alle immagini ufficiali di Natale della Regina Elisabetta sempre contornata da biglietti che le arrivano da ogni parte del mondo. Da noi, invece, complice da un lato la facilità di usare la rete e dall’altro un po’ la nostra proverbiale pigrizia, se ne spediscono sempre di meno. (E bisogna aggiungere anche il costo del biglietto augurale in sé e del francobollo).

Le cartoline di auguri per Natale, come anche i biglietti, sono diversi da tutti gli altri testi augurali. Spesso erano (lo sono ancora?) ricoperti di brillantini e con sagome fuori dal comune, veicolano i tipici messaggi natalizi. Vale a dire un senso universale di bontà, la vicinanza, la festa, la famiglia, il buon cibo, il riposo, la speranza per un futuro migliore.

La ritualità delle cartoline di auguri per Natale

Chi ama inviare cartoline augurali per Natale vive questo periodo magico fin da prima della festa in sé. Innanzitutto c’è tutto un lavoro di raccolta di indirizzi (parenti, amici, persone care) e di controllo che siano sempre aggiornati. Poi c’è la scelta dei biglietti in sé. C’è chi opta per un biglietto uguale per tutti e chi invece ne sceglie di personalizzati; alcune persone mandano una foto di famiglia, altre invece si tengono su immagini più generiche. Coloro che spediscono tante, ma tante davvero, cartoline di auguri per Natale scelgono di farsele stampare in tipografia, magari con una carta speciale e, se si ha la fortuna di trovarne, con torchi tipografici.

Si passa quindi alla scrittura del messaggio, all’imbustamento e poi alla spedizione vera e propria. Ma la spedizione in sé è anche una questione tutta particolare. Alcune persone si recano all’ufficio postale, altre ancora amano applicare francobolli, magari cercandone di particolari, a tema natalizio. A tal proposito, chi ci tiene particolarmente, spedisce con francobolli natalizi della Città del Vaticano o di San Marino o anche del Sovrano Militare Ordine di Malta.

Si tratta, naturalmente, di una passione a doppio senso. Solitamente chi ama spedire biglietti e cartoline per gli auguri di Natale, ne riceve anche tante. Alcune persone le espongono in casa a completamento delle decorazioni natalizie, mentre altre le ripongono con cura in apposite scatole per consultare e lasciarsi andare al clima festiva in una dimensione molto intima.

A proposito, se vi occorre potete seguire le nostre dritte per scrivere una cartolina.

Foto | Art and Picture Collection, The New York Public Library. “A Merry Christmas.” The New York Public Library Digital Collections.




Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.