0
Posted venerdì, 16 giugno 2017 by Roberto Russo in Mondolibri
 
 

I migliori libri classici di avventura da leggere in estate

Cinque libri classici di avventura perfetti per l’estate
Cinque libri classici di avventura perfetti per l’estate

L’estate è arrivata, anche se non ufficialmente. Vacanze, sole, mare, relax. E (almeno) un libro. Noi non riusciamo a concepire il relax, infatti, senza leggere. C’è chi se ne sta a smanettare tutto il santo giorno sul proprio smartphone e chi invece sfoglia le pagine, tanto cartacee quanto digitali: che ci vogliamo fare?

I consigli sui libri da leggere in estate si sprecano da ogni parte e a volte si capisce bene che si tratta di elenchi suggeriti più dagli uffici stampa che da altro. Per smarcarci da questa situazione, proponiamo cinque libri classici di avventura da leggere in estate. Letture ottime per i più giovani, ma anche per chi tanto giovane non lo è più e magari ha letto questi libri anni fa. Una sorta di ritorno alle radici della propria passione di lettore. Perché un libro classico è per sempre, anche per l’estate!

Cinque libri classici di avventura perfetti per l’estate

L’isola del tesoro di Robert Louis Stevenson affascina giovani e adulti fin da quando è stato pubblicato, nel 1883. È il più noto romanzo di pirati di tutta la storia della letteratura e non solo è servito da ispirazione a diversi film e fiction, ma anche per altri centinaia di testi scritti. Come non emozionarsi con il giovane Jim Hawkins o non simpatizzare con l’astuto Long John Silver? Un libro ideale da leggere in spiaggia, magari di pomeriggio, prima di partire alla ricerca di tesori perduti!

I tre moschettieri di Alexandre Dumas, non ha certo bisogno di presentazioni. Il giovane d’Artagnan si reca a Parigi perché vuole diventare moschettiere del re, ma il primo giorno affronta una serie di duelli. Da queste vicende l’autore francese tesse una delle storie di avventure più grandi di sempre. Una lettura perfetta per una mattinata in montagna, secondo noi.

Il giro del mondo in 80 giorni di Jules Verne è un altro libro perfetto per l’estate. In realtà è difficile scegliere uno solo dei libri di Verne, visto che la sua opera è piena di avventure che possono accompagnarci per mesi e mesi. Ma Il giro del mondo in 80 giorni ha tutto: azione, avventura, scenari esotici, personaggi indimenticabili come Phileas Fogg e Passepartout e un pizzico d’amore. Fantastico.

Le tigri di Mompracem, come è noto, racconta le avventure di Sandokan, il personaggio più famoso nato dalla penna di Emilio Salgari. Se siete alla ricerca di un contesto esotico in cui gli eroi non sono così buoni e perfetti come una certa letteratura di oggi vorrebbe farci credere, allora questo è il libro che fa per voi. E, ovviamente, proseguite con gli altri romanzi di Salgari.

Per ultimo consigliamo un libri classico di avventure un po’ dimenticato: Le miniere di re Salomone, scritto da H. Ridder Haggard, uno degli autori che più ha venduto nella storia della letteratura. Ambiente vittoriano, con contorno di leggende e collocazione storica nel bel mezzo delle grandi scoperte ed esplorazioni. Azione senza fine e passaggi pieni di meraviglia in abbondanza.

Via | Lecturalia
Foto | Brisilda Bufi




Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.