0
Posted sabato, 13 gennaio 2018 by Nymeria in Zibaldone
 
 

Frasi di San Valentino ispirate al cibo

Frasi di San Valentino ispirate al cibo
Frasi di San Valentino ispirate al cibo

Cibo e San Valentino sono strettamente correlati. Non a caso una delle tappe classiche di San Valentino è la cenetta romantica, sia fatta in casa che al ristorante. Poi non dimentichiamoci dei cibi «afrodisiaci»: ostriche, fragole e chi più ne ha, più ne metta. Quindi se il vostro partner ama particolarmente la buona cucina (oltre ad amare voi, si intende), forse sul bigliettino d’auguri vorrebbe trovare una frase che riesca ad unire il romanticismo al cibo, possibilmente alla cucina di un certo livello. Quindi ecco una selezione di frasi di San Valentino ispirate al cibo.

Le più belle frasi di San Valentino ispirate al cibo

  • Amare al buio, dormire al sole, mangiare in silenzio: tre sciocchezze. (Ugo Ojetti)
  • Colui che non si preoccupa di quello che mangia non saprà preoccuparsi di niente altro. (Samuel Johnson)
  • Cucinare è come amare, o ci si abbandona completamente o si rinuncia. (Harriet Van Horne)
  • Delle buone torte di mele sono una parte considerevole della nostra felicità domestica. (Jane Austen)
  • Dimmi quello che mangi: ti dirò chi sei. (Anthelme Brillat-Savarin)
  • È una storia d’amore la cucina. Bisogna innamorarsi dei prodotti e poi delle persone che li cucinano. (Alain Ducasse)
  • Ho dei gusti semplicissimi; mi accontento sempre del meglio. (Oscar Wilde)
  • Il buon cibo è il fondamento della vera felicità. (Auguste Escoffier)
  • Il caffè, per essere buono, deve essere nero come la notte, caldo come l’inferno e dolce come l’amore. (Proverbio turco)
  • Il cibo trova sempre coloro che amano cucinare! (dal film di animazione Ratatouille)
  • Il mondo ipocrita non vuol dare importanza al mangiare; ma poi non si fa festa, civile o religiosa, che non si distenda la tovaglia e non si cerchi di pappare del meglio. (Pellegrino Artusi)
  • Il segreto del mio lungo matrimonio? Andiamo al ristorante due volte a settimana. Ceniamo a lume di candela, musica romantica e qualche passo di danza… Lei ci va il martedì e io il venerdì. (Henny Youngman)
  • Il segreto per vivere a lungo è: mangiare la metà, camminare il doppio, ridere il triplo e amare senza misura. (Proverbio cinese)
  • In realtà nessun essere umano indifferente al cibo è degno di fiducia. (Manuel Vázquez Montalbán)
  • Invitare qualcuno a pranzo vuol dire incaricarsi della felicità di questa persona durante le ore che passa sotto il vostro tetto. (Anthelme Brillat-Savarin)
  • La golosità ha sull’amore mille vantaggi. Ma il più importante è che, mentre bisogna essere in due per abbandonarsi all’amore, si può praticare la golosità da soli, anche se l’abate Morellet ha detto: «Per mangiare un tacchino al tartufo bisogna essere in due: il tacchino e se stessi». (Guy de Maupassant)
  • La vista e il profumo di un pane appena cotto ha un fascino romantico che trascende qualsiasi altra riuscita culinaria. (Elisabeth Luard)
  • La vita è una scatola di biscotti. Hai presente quelle scatole di latta con i biscotti assortiti? Ci sono sempre quelli che ti piacciono e quelli che no. Quando cominci a prendere subito tutti quelli buoni, poi rimangono solo quelli che non ti piacciono. È quello che penso sempre io nei momenti di crisi. Meglio che mi tolgo questi cattivi di mezzo, poi tutto andrà bene. Perciò la vita è una scatola di biscotti. (Haruki Murakami)
  • Lavorare, mangiare, bere, dormire, amare: tutto deve essere misurato. (Ippocrate di Coo)
  • Le giornate dovrebbero iniziare con un abbraccio, un bacio, una carezza e un caffè. Perché la colazione deve essere abbondante. (Charles M. Schulz, Peanuts)
  • Lui era la mia crema, e io ero il suo caffè – e quando ci mettevi assieme, era davvero qualcosa. (Joséphine Baker)
  • Mangia fino a scoppiare. Vivi intensamente, perché poco ti manca da vivere. (Paulo Coelho)
  • Mangiare è uno dei quattro scopi della vita… quali siano gli altri tre, nessuno lo ha mai saputo (Proverbio cinese)
  • Non c’è amore più sincero di quello per il cibo. (George Bernard Shaw)
  • Non c’è posto al mondo che io ami più della mia cucina. Non importa dove si trova, com’è fatta: purché sia una cucina, un posto dove si fa da mangiare, io sto bene. Se possibile le preferisco funzionali e vissute. Magari con tanti strofinacci asciutti e puliti e le piastrelle bianche che scintillano. Un luogo che condivido volentieri con gli amici a me cari. (Banana Yoshimoto)
  • Non c’è spettacolo sulla terra più attraente di quello di una bella donna in atto di cucinare la cena per una persona che ama. (Tom Wolfe)
  • Non mangia che colombe l’amore, e ciò genera sangue caldo, e il sangue caldo genera caldi pensieri e i caldi pensieri generano calde azioni, e le calde azioni sono l’amore. (William Shakespeare)
  • Non mangiare il tuo cuore. (Pitagora)
  • Non riesco a sopportare quelli che non prendono seriamente il cibo. (Oscar Wilde)
  • Se mentre mangi con gusto non hai allato a tia una pirsona che mangia con pari gusto allora il piaciri del mangiare è come offuscato, diminuito. (Andrea Camilleri)
  • Tutti gli uomini si nutrono, ma pochi sanno distinguere i sapori. (Confucio)
  • Uno non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene. (Virginia Woolf)

Foto | Pixabay




Nymeria

 
Nerd inside, come scopo nella vita sto cercando di leggere tutta la letteratura fantasy possibile e immaginabile.. Beh, poi ci sono anche i manga, i videogiochi, i telefilm, i film... ce la farò?