0
Posted domenica, 16 Dicembre 2018 by Giorgio Podestà in Mondolibri
 
 

Romanzi per anglofili: Keep Calm and Read a Book

Romanzi per anglofili
Romanzi per anglofili

La letteratura inglese, non vi è dubbio, ha un posto alto e speciale non solo nelle biblioteche pubbliche di tutto il mondo, nella stima di critici e letterati, ma anche nel cuore di tanti lettori sparpagliati sui cinque continenti.

La terra di Chaucer e Shakespeare con i suoi prati verde speranza, le selvagge brughiere, i salotti snob e aristocratici ha nutrito la penna e la fantasia di scrittori finissimi. Autori che hanno messo nero su bianco storie e romanzi memorabili a cui l’anglofilo, rapito e innamorato, torna ripetutamente nel corso della sua vita (certo avventurosissima) di lettore.

I 6 romanzi per anglofili che non possono mancare nella tua biblioteca

Ecco, allora, i romanzi per anglofili, quei testi, cioè, che ogni vero devoto di Sua Maestà deve leggere.

Fine di una storia, di Graham Greene

Una storia dove nulla sembra alla fine come sembra. La storia adulterina tra Maurice Bendrix e Sarah Miles che si trasforma in ossessione per il protagonista venne pubblicata nel lontano 1951 e ancora oggi continua ad affascinare il lettore. Un romanzo dai sentimenti forti, l’esito triste.

Mrs Dalloway, di Virginia Woolf

Un giorno nella vita di una signora dell’alta società londinese. Un giorno indimenticabile soprattutto per il lettore. Il flusso di coscienza rivela il frantumarsi della realtà, mentre il pendolo del tempo oscilla tra una lontana estate a Burton e una caotica Oxford street, tra i preparativi di un grande ricevimento a cui parteciperà nientemeno che un primo ministro e il dramma del povero Septimus, un ex soldato traumatizzato dalla Grande Guerra che sente gli uccelli cantare in greco.

Quel che resta del giorno, di Kazuo Ishiguro

Il romanzo dello scrittore Premio Nobel per la letteratura 2017, Quel che resta del giorno racconta le vicende di un anziano maggiordomo inglese (l’io narrante è proprio il suo) che durante un viaggio ripercorre le tappe di tutta una vita. Una vita di servizio, spesa per intero presso l’aristocratica dimora di Lord Darlington. Un consuntivo malinconico, dove affiorerà sempre più forte l’amarezza.

Ritorno a Brideshead, di Evelyn Waugh

Un romanzo che porta in scena il glamour (e il dramma) tutto britannico di una ricca e nobile famiglia inglese, della loro aristocraticissima magione nella campagna inglese e dell’ossessione del giovane Charles Ryder prima per Sebastian, l’irresistibile rampollo dei Marchmain, poi per la sorella di lui, la bella Julia. Su tutto e tutti l’ombra devastatrice della Grande Guerra.

Mrs Palfrey all’hotel Claremont, di Elizabeth Taylor

Scrittrice inglese poco nota qui in Italia ma del grande talento, Elizabeth Taylor pubblicò nel 1971 questo incantevole romanzo dove racconta le vicende dell’anziana Mrs Palfrey e della sua amicizia con un giovane e squattrinato scrittore che la trasformerà nella propria musa.

Figlio dell’Impero britannico, di Jane Gardam

Un romanzo che attraverso le vicende di Edward Feathers dà vita e luce a un grande affresco del cosiddetto Impero britannico dove tessere e componenti rivelano con humour tutto inglese pregi e difetti di un’intera nazione.

Via | Early Bird Books
Foto | César Viteri via Unsplash




Giorgio Podestà

 
Nato in Emilia si occupa di moda, traduzioni e interpretariato. Dopo la laurea in Lettere Moderne e un diploma presso un famoso istituto di moda e design, ha intrapreso la carriera di fashion blogger, interprete simultaneo e traduttore (tra gli scrittori tradotti in lingua inglese anche il premio Strega Ferdinando Camon).