0
Posted martedì, 4 Giugno 2019 by Roberta Barbi in Mondolibri
 
 

I 5 libri di Nicholas Sparks che devi leggere

Nicholas Sparks
Nicholas Sparks

Ci sono persone – e gli scrittori non fanno eccezione – che senti nominare, conosci il loro lavoro alla perfezione, ma non ti sei mai scomodato a scoprire che faccia abbiano. Almeno prima che qualcuno di incarichi di scriverne. Così è stato per me in questi giorni in cui mi sono accinta a preparare questo nostro viaggio all’interno della vita, ma più che altro delle migliori opere, anzi, dei 5 libri di Nicholas Sparks che dovresti leggere.

Ho dunque scoperto che si tratta di un ragazzone statunitense di mezza età, né bello né brutto, a meno che non sorrida (a giudicare dalle foto). Le sue scarne note biografiche aggiungono che vive in una cittadina sul mare del North Carolina dove ambienta quasi tutti i suoi libri, ha una moglie e cinque figli, è uno sportivo e anche un fervente cattolico, stando a quanto gli siano cari i temi della spiritualità, della fede e del destino.

I libri di Nicholas Sparks che proprio non puoi perderti

Nicholas Sparks ha cominciato a scrivere romanzi all’università e non ha più smesso, collezionando un best seller dopo l’altro. Beato lui.

Le pagine della nostra vita

Pubblicato nel 1996, quest’opera è tra le più note di Nicholas Sparks e come molte di esse è diventato anche un film.

Il romanzo si apre con un signore anziano che legge un libro a una donna malata di Alzheimer. La storia nella storia è ambientata nel 1940. Durante una fiera di paese si conoscono per caso un semplice operaio e una ricca ragazza di città che si trovava lì in vacanza. Tra i due scoppia un amore travolgente che dovrà affrontare una separazione dopo appena tre settimane. Noah inizia a scrivere ad Allie, ma non otterrà mai risposta perché la madre di lei le nasconde le lettere. I due proseguono con le loro vite, nonostante la guerra che li vede entrambi in prima linea, lui nell’esercito, lei come infermiera.

Tornati dal fronte, lei conosce un avvocato e decide di sposarlo; lui acquista e ristruttura la casa che aveva sempre sognato di abitare con lei. Galeotto un articolo di giornale che li fa rincontrare dopo tanto tempo: entrambi si lasciano riconquistare da quell’amore sopito e finalmente possono coronare il loro sogno, tant’è che alla fine si scopre la storia essere proprio quella dell’anziano che legge alla donna malata, loro sono Noah e Allie e il loro amore vince su tutto. Anche sulla morte.

Le parole che non ti ho detto

Due anni dopo, nel 1998, esce Le parole che non ti ho detto, titolo anche del più noto, bellissimo film.

Stavolta la coppia protagonista sono Theresa e Garrett. Theresa è una giornalista rampante di Boston, divorziata e con un figlio, che durante una vacanza nel tranquillo North Carolina trova dentro una bottiglia recuperata in mare la struggente lettera che un uomo ha scritto alla sua defunta moglie e così decide di mettersi sulle tracce dell’uomo. Questi è Garrett e quando lei lo conosce tra i due nasce una passione incredibile che li riporterà a credere in quell’amore totale e infinito da cui entrambi erano stati traditi. Ma il dramma, purtroppo, è ancora in agguato…

I passi dell’amore

Uscito appena un anno dopo da quello che lo ha preceduto, anche questo romanzo è stato campione di incassi.

È la storia di Landon, un giovane ribelle che frequenta l’ultimo anno del liceo. Soffre molto per la separazione dei suoi genitori, così, per attirare l’attenzione si caccia sempre nei guai, con l’unica conseguenza di allontanare gli amici. Così, al ballo del liceo, non gli resta che invitare Jamie, una giovane orfana di madre, dalla spiccata fede in Dio. Contro ogni pronostico tra i due sboccia un amore vero, sincero, pulito, capace di superare anche lo scoglio più grande. Jamie, infatti, quando lo vede pronto, rivela a Landon di avere una forma letale di leucemia e che non le resta molto da vivere. Per tutta risposta lui la sposa e trascorrono da marito e moglie tre mesi prima che lei se ne vada. Il romanzo si chiude quattro anni dopo la morte di lei, con Landon che è diventato medico e vive ancora nel ricordo di Jamie.

Come un uragano

Sono ancora amore e morte, sentimenti creduti persi per sempre e invece ritrovati, gli ingredienti alla base della formula vincente di questo nuovo romanzo di Nicholas Sparks, uscito nel 2002.

Stavolta la vicenda si apre con Adrienne che racconta alla figlia depressa per la morte del marito una cosa che le era accaduta 14 anni prima. All’epoca era separata e con figli già grandi, perciò accettò di sostituire per un periodo un’amica nella gestione della sua locanda. Qui incontra Paul, unico cliente di un’intera settimana, un medico che doveva essere di passaggio ma resta intrappolato sull’isola dal passaggio di un uragano. I due, costretti dalla contingenza, si conoscono e pian piano si innamorano. Ovviamente saranno costretti a separarsi perché lei lo ha convinto a riprendere i contatti con il figlio con cui lui non parlava da anni. Sarà proprio il figlio a scrivere ad Adrienne della morte improvvisa del padre in una frana.

L’ultima canzone

Riprendendo il titolo di questo romanzo datato 2009, questo è l’ultimo libro di Nicholas Sparks di cui vi parliamo, per ovvi motivi di spazio.

La protagonista è Ronnie, un’adolescente di 17 anni che non ha mai accettato la separazione dei genitori, tanto che quando il padre se n’è andato di casa per inseguire i suoi sogni di musicista lei ha smesso di suonare il pianoforte. La madre, però, un’estate la obbliga a trascorrere le vacanze con lui in North Carolina. Qui Ronnie incontra l’amore in Will, giovane di una famiglia molto ricca e molto diversa da quella di lei, che nel frattempo si è riavvicinata al padre. Verso la fine dell’estate, però, Ronnie scopre che suo padre sta per morire di cancro allo stomaco e per non ostacolare il futuro di Will che lo porterà lontano in una prestigiosa università, finge di essere arrabbiata con lui e lo lascia. L’amore, però, come sempre trionferà.

Foto | Alfred Cunningham




Roberta Barbi

 
Roberta Barbi è nata e vive a Roma da 40 anni; da qualche anno in meno assieme al marito Paolo e ai figli, ancora piccoli, Irene e Stefano. Laureata in comunicazione e giornalista professionista appassionata di cucina, fotografia e viaggi, si è ritrovata da un po’ a lavorare per i media vaticani: attualmente si occupa del nuovo portale della Santa Sede, Vatican News. Nel tempo libero (pochissimo) si diletta a scrivere racconti e si dedica alla lettura, al canto e al cake design; sempre più raramente allo shopping, ormai rigorosamente on line.