Random Article


L’opera struggente di un formidabile genio di Dave Eggers e la piadina fatta in casa

 
L’opera struggente di un formidabile genio di Dave Eggers e la piadina fatta in casa
L’opera struggente di un formidabile genio di Dave Eggers e la piadina fatta in casa
L’opera struggente di un formidabile genio di Dave Eggers e la piadina fatta in casa

 
Scheda
 

Autore: Dave Eggers (traduzione di G. Strazzeri)
 
Titolo: L’opera struggente di un formidabile genio
 
Nome piatto: Piadina fatta in casa con verdure saltate
 
Portata:
 
Difficoltà
 
 
 
 
 


 

Il perché dell'abbinamento


Nel racconto spesso vengono consigliate le tortillas messicane (a base di farina di mais) e io vi propongo qui qualcosa di abbastanza simile (a base di farina di grano integrale) ma all’italiana: la piadina con le verdure saltate!


In sintesi

Che c’entra Dave Eggers con la piadina fatta in casa condita con delle verdure? L’idea ci è venuta leggendo ”L’opera struggente di un formidabile genio”.

0
Posted 16 Ottobre 2014 by

 
La nostra biblioricetta
 
 

L’opera struggente di un formidabile genio di Dave Eggers e la piadina fatta in casaSul fatto che l’opera sia davvero struggente non c’è davvero nulla da eccepire. La definizione di “formidabile genio” invece per me non combacia perfettamente con quella che darei io, ma non perché non trovi geniale a suo modo il personaggio. Solo perché più che geniale l’ho letto come una persona che ha il coraggio di scrivere di quei pensieri che in qualche modo tutti formuliamo ma che non avremmo mai il coraggio di esternare. Questo mi ha colpito: rispecchiarmi in alcune elucubrazioni mentali che non avrei mai e poi mai il coraggio di palesare.

Il libro L’opera struggente di un formidabile genio di Dave Eggers è interessante e la storia è davvero articolata: si affonda nel dolore a volte con una naturalezza da far venire i brividi; si ride di pancia per la stessa naturalezza nell’affrontare i problemi ordinari e straordinari. Lascia dentro un segno questo libro (che mi è stato consigliato da una cara amica “scrittora”).

Le mille avventure quotidiane apparentemente normali di una famiglia speciale ci inducono a riflettere sulla consuetudine e su alcune realtà che a volte ci sfiorano ma non ci coinvolgono più di tanto.

Io l’ho letto in estate e mi ha appassionato, lo ammetto. Ovviamente mi piacerebbe sapere come continua la storia, e cosa farà il piccolo Toph da grande.

E poi, come dice il titolo è davvero struggente questa opera, ma io aggiungerei anche stupefacente e a tratti surreale. Consigliato!

Ingredienti della piadina fatta in casa

Ingredienti (per 10 piadine)

  • 750 g di farina semi integrale di grano (io ho usato il grano siciliano tumminia)
  • 180 g di latte
  • 75 g di olio extravergine d’oliva
  • 6 cucchiaini di sale
  • acqua q.b.

Condimento

  • 300 g di funghi porcini lavati e affettati finemente
  • 2 porri lavati e affettati finemente
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • acqua

La ricetta della piadina con le verdure saltate

L’opera struggente di un formidabile genio di Dave Eggers e la piadina fatta in casa

In una ciotola impastiamo insieme, farina, olio, latte e sale. Aggiungiamo poi, poco per volta, dell’acqua, sempre impastando, finché otterremo un impasto non appiccicoso. Copriamo con della pellicola trasparente e lasciamo riposare in frigo per almeno 1 ora.

Dedichiamoci ora al condimento facendo scaldare in una padella un filo d’olio sul quale lanceremo funghi e porri lasciandoli rosolare per qualche minuto, poi aggiungeremo un po’ d’acqua e un po’ di sale; dopo aver abbassato la fiamma, copriremo e lasceremo cuocere, mescolando di tanto in tanto, per circa 20 minuti.

Trascorsa l’ora in frigorifero dividiamo l’impasto in dieci palline di uguali dimensioni e con un mattarello spianiamole fino a ottenere uno spessore di 3-5 mm. Poniamo poi ogni piadina ancora cruda e morbida in una grande padella sul fuoco, già calda. Lasciamo cuocere per qualche minuto per ogni lato e finché non risulterà dorata ma sempre flessibile e morbida.

Quindi serviamo con il condimento che abbiamo preparato prima; volendo possiamo anche arrotolarle e servirle.




Chiara Chiaramonte

 
Laureata in Tecnica Pubblicitaria, ciclista urbana, appassionata di tango argentino, e vegetariana da 14 anni, ha da sempre amato leggere, cucinare e sperimentare in cucina. Da questa passione oltre due anni fa è nato il suo blog – www.chiaracucina.it – sul quale pubblica una ricetta vegetariana al giorno, ed un anno fa ha pubblicato con Navarra Editore il libro: “ChiaraCucina. La cucina vegetariana, rapida, economica, ecologica” distribuito a livello nazionale, che ha presentato in giro per l'Italia e sta per andare in ristampa.


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.