Random Article


Un ragazzo di Nick Hornby e gli snack di patate

 
Un ragazzo di Nick Hornby e gli snack di patate
Un ragazzo di Nick Hornby e gli snack di patate
Un ragazzo di Nick Hornby e gli snack di patate

 
Scheda
 

Autore: Nick Hornby (traduzione di F. Pedrotti)
 
Titolo: Un ragazzo
 
Nome piatto: snack di patate
 
Portata: ,
 
Difficoltà
 
 
 
 
 


 

Il perché dell'abbinamento


Propongo qui la ricetta per preparare degli stuzzichini alle patate visto che all'interno del racconto sia Will che Marcus consumano insieme e spesso delle patatine fritte. Noi non friggiamo ma inforniamo!


In sintesi

Nel romanzo “Un ragazzo” di Hornby i due protagonisti mangiano spesso patatine fritte: noi non friggiamo ma inforniamo e quindi ecco gli snack di patate.

0
Posted giovedì, 23 Ottobre 2014 by

 
La nostra biblioricetta
 
 

Un ragazzo di Nick Hornby e gli snack di patateAmmetto che in estate ho scoperto questo autore – Nick Hornby – e mi ha tenuto una buona compagnia anche sotto l’ombrellone. E ammetto anche dei tre volumi letti Un ragazzo è quello che maggiormente mi ha appagata e divertita.

È senza dubbio un libro che fornisce degli spunti per una riflessione su vari aspetti: dalle coppie che si separano (sia dal punto di vista dei genitori che dal punto di vista dei figli) ai valori che si vogliono trasmettere ai figli; dall’importanza degli impegni di lavoro fino al sogno di molti: non avere bisogno di lavorare e vivere di rendita!

Tocca tanti temi in questo romanzo Hornby, e tra un sorriso e una lacrima, volenti o nolenti, riguardano almeno per un pizzico delle esperienze che tutti abbiamo vissuto. Brillante, appassionante, divertente.

Si può non innamorarsi di Marcus? Non si può non provare tenerezza per questo ragazzo di dodici anni e non si può non provare antipatia e disgusto per Will, la voce narrante.

Un piccolo dettaglio che in questo libro mi ha deliziato è un “crossover”: all’inizio si parla di un negozio londinese che è protagonista di un altro romanzo dello stesso autore (vedi Alta Fedeltà). Questo, ammetto mi ha divertito assai. E ovviamente non vedo l’ora di tornare a Londra per capire se, magari, quel negozio esiste davvero! Lo consiglio a tutti!

Gli ingredienti degli snack di patate

  • 400 g di farina tipo “0”
  • 100 g di purè di patate in fiocchi
  • 300 ml di acqua tiepida
  • 5 cucchiai di olio d’oliva extravergine
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 panetto di lievito fresco (25 g)
  • 1/2 cucchiaino di zucchero di canna

La ricetta degli snack di patate

Un ragazzo di Nick Hornby e gli snack di patate

Sciogliere il lievito e lo zucchero nei 300 ml di acqua utilizzando una frusta manuale. Poi impastare la farina con il sale, l’olio, i fiocchi di patate, con il lievito sciolto fino ad ottenere un impasto omogeneo, coprirlo e far riposare per circa mezz’ora.

Ungere la piastra del forno o una grossa teglia a sponde basse con olio d’oliva e, passata la mezz’ora, stendere l’impasto con un mattarello, fino a ottenere uno spessore di 2 o 3 mm e riporre sulla piastra. Lasciare a riposare ancora 30 minuti.

Passati anche questi altri 30 minuti, spennellare con olio d’oliva la superficie dell’impasto steso, e bucherellarla con una forchetta. Cospargere di sale e con una rotella per pizza, tagliare le forme che ci interessano e che poi avranno i nostri cracker. Infornare a 200 gradi per 20 minuti controllando di tanto in tanto.

Sfornare, e riporre su una superficie “porosa” (va bene anche un cestino con un tovagliolo di carta) e lasciare raffreddare. Che ne dite?




Chiara Chiaramonte

 
Laureata in Tecnica Pubblicitaria, ciclista urbana, appassionata di tango argentino, e vegetariana da 14 anni, ha da sempre amato leggere, cucinare e sperimentare in cucina. Da questa passione oltre due anni fa è nato il suo blog – www.chiaracucina.it – sul quale pubblica una ricetta vegetariana al giorno, ed un anno fa ha pubblicato con Navarra Editore il libro: “ChiaraCucina. La cucina vegetariana, rapida, economica, ecologica” distribuito a livello nazionale, che ha presentato in giro per l'Italia e sta per andare in ristampa.


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.