Random Article


Ferdinand, il film tratto dal libro di Munro Leaf

 

 
Scheda del film
 

Titolo: Ferdinand
 
Regista: Carlos Saldanha
 
Anno: 2017
 
Paese: USA
 
Durata: 107
 
Genere: ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
no ratings yet

 

Aspetti positivi


Il messaggio pacifista e animalista, le gag comiche degli animali, le poche canzoni presenti, i riferimenti alla cultura pop.

Aspetti negativi


Le poche canzoni presenti.


In sintesi

È al cinema il film di animazione «Ferdinand» tratto dal libro «Il toro Ferdinando» di Munro Leaf: una pellicola veramente ben fatta e divertente.

0
Postedmartedì, 19 dicembre 2017 by

 
La nostra recensione
 
 
Ferdinand

Una scena del film «Ferdinand»

Cercate un film di Natale da andare a vedere? Vi consigliamo Ferdinand, un film di animazione diretto da Carlos Saldanha e basato sul libro La storia del toro Ferdinando di Munro Leaf del 1936. Esiste una precedente versione disneyana, il corto Ferdinando il Toro che, nel 1938, ha vinto anche un Oscar. È un film che trasmette un bel messaggio, adatto sia ai grandi che ai piccini. In originale, il toro Ferdinand è doppiato da John Cena, Valiente da Bobby Cannavale e Angus da David Tennant. Nel doppiaggio italiano, invece, Ferdinand è interpretato da Fabrizio De Flaviis.

Ferdinand

La trama di Ferdinand ha come protagonista un toro che ama i fiori e odia combattere nell’arena. Ferdinand è cresciuto in un allevamento di tori destinati proprio a partecipare alla corrida, ma è l’unico fra tutti i tori che non ha come ambizione quella di andare a essere massacrato a morte nell’arena, complice anche il fatto di aver visto il padre partire per la corrida senza mai tornare indietro.

Da torellino, allora, decide di fuggire e viene aiutato da Nina, una bambina il cui padre coltiva fiori. A Ferdinand sembra di essere arrivato in Paradiso, ma una volta cresciuto, per via di un equivoco, trova di nuovo la corrida dinanzi a sé. Riuscirà Ferdinand a far valere la sua anima pacifista?

Perché ci è piaciuto il film

Ferdinand è un film riuscito, è molto semplice da seguire anche per i bambini più piccoli: si mantiene fedele all’originale, introducendo però una certa verve ironica e comicità che non guastano. Inoltre ci sono tantissimi riferimenti alla cultura pop che faranno felici anche gli spettatori più grandicelli. Le scene d’azione sono molto dinamiche, ma è sulle tematiche che Ferdinand azzecca perfettamente il bersaglio.

Il tema principale è un molto amato di recente: quello di seguire i propri sogni e la propria natura, infischiandosene dei pareri altrui. Inoltre è un film che ha una forte componente animalista e pacifista, che si scaglia contro la barbarie della corrida ammantata di tradizione, ma vero e proprio macello per i tori. Tutti gli animali hanno diritto ad essere liberi e felici: ecco il messaggio che ci dà il toro Ferdinando.

Il toro che ama i fiori ci insegna che tutti possono seguire le proprie aspirazioni, che si può essere se stessi anche al di fuori degli stereotipi e delle catene che la società vorrebbe imporci. Il tutto senza dimenticare il lato comico: in fin dei conti è un film di animazione dove saltano fuori personaggi assolutamente esilaranti. Non mancano poi le canzoni, tipiche di questi film, ma non ce ne sono tantissime, cosa che potrebbe essere considerata sia un pregio che un difetto, dipende da quanto vi piacciono le canzoncine nei film di animazione.

Foto | OutNow




Nymeria

 
Nerd inside, come scopo nella vita sto cercando di leggere tutta la letteratura fantasy possibile e immaginabile.. Beh, poi ci sono anche i manga, i videogiochi, i telefilm, i film... ce la farò?


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.