Random Article


Gli eroi del Natale

 

 
Scheda del film
 

Titolo: Gli eroi del Natale
 
Regista: Timothy Reckart
 
Anno: 2017
 
Paese: USA
 
Durata: 86 minuti
 
Genere:
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
no ratings yet

 

Aspetti positivi


Le gag con gli animali, i messaggi positivi trasmessi, mancano le canzoni, è stata raccontata una storia importante come quella della Natività in maniera ironica e semplice, il racconto della Natività da un altro punto di vista.

Aspetti negativi


Mancano le parti più truci della storia (probabilmente per accontentare i giovani, ma inserendole forse avrebbero attirato anche un pubblico più grandicello), gli angeli inquietanti, mancano le canzoni.


In sintesi

Il film «Gli eroi del Natale» narra la nascita di Gesù attraverso il punto di vista dell’asino del presepe e di altri animali.

0
Posted martedì, 26 dicembre 2017 by

 
La nostra recensione
 
 
Gli eroi del Natale

Una scena del film di animazione «Gli eroi del Natale»

Che Natale sarebbe senza un film natalizio? Non mi riferisco ai Cinepanettoni e neanche al nuovo capitolo di Star Wars – Episode VIII: Gli Ultimi Jedi (anche se per molti di noi è stato questo il vero regalo di Natale), bensì a film di animazione a tema natalizio. Questa volta tocca a Gli eroi del Natale, pellicola diretta da Timothy Recjkart della durata di 86 minuti, con sceneggiatura di Carlos Kotkin e musiche di Mark Mancina e Thomas Newman.

Gli eroi del Natale

La trama de Gli eroi del Natale è una nuova rivisitazione della natività, ma attenzione: questa volta a raccontarci la storia della nascita di Gesù sarà l’asinello Bo. Il povero ciuco è finalmente riuscito a fuggire dal mulino dove veniva sfruttato tutto il giorno. Nel suo viaggio si unirà ad altrettanto singolari compagni di avventure: la pecora Ruth, separata dal gregge e dalla colomba Dave, arrogante e desiderosa di una promozione in senso nobiliare. Insieme ai cammelli dei Re Magi e ad altri animali tipici del Presepe, tutti all’inseguimento della stella cometa, i tre eroi si troveranno al centro della storia più fantastica di sempre, dove incontreremo Maria, Giuseppe e tutti gli altri protagonisti di questa storia.

Un bel film di animazione

Gli eroi del Natale è un film di animazione furbetto che cerca di raccontare una storia straconosciuta alle nuove generazioni, strizzando però l’occhio alle tecniche e alle scelte di sceneggiatura moderne, vedi l’uso della CGI, le numerose gag inserite nella storia e i personaggi di Maria e Giuseppe resi forse più umani. Gag che possono avere un loro posto, visto che i protagonisti qui sono gli animali del presepe. Forse la realizzazione di alcune scene non è sempre impeccabile, però è innegabile che soprattutto i bambini possano divertirsi. Soprattutto le apparizioni degli angeli sono piuttosto inquietanti. Da segnalare che non ci sono canzoni, cosa che potrebbe essere sia un pregio che un difetto.

Le tematiche affrontate da «Gli eroi del Natale»

Pur con qualche licenza poetica qua e là volta a coinvolgere meglio il pubblico più giovane, senza sconvolgerlo troppo (mancano le parti più macabre della storia come la strage degli Innocenti ad opera di Erode), comunque sia anche questo film di animazione convoglia alcuni messaggi importanti. Uno è di sicuro quello dove capiamo che a volte la ferocia si annida più negli esseri umani che negli animali. Un altro è quello relativo al fatto che essere un eroe non è sempre semplice: cosa vuol dire essere un eroe? Quando è il momento giusto per diventarlo?

Altri temi che vanno per la maggiore negli ultimi film di animazione, sono presenti poi anche qui: seguire i propri sogni e desideri anche quando la società e gli altri ti remano contro, non arrendersi di fronte ai primi ostacoli, la capacità di non uniformarsi e omologarsi agli altri e anche il bisogno che i genitori imparino a comprendere meglio i propri figli. Non manca poi l’onnipresente tematica dell’amicizia.

Foto | Out now




Nymeria

 
Nerd inside, come scopo nella vita sto cercando di leggere tutta la letteratura fantasy possibile e immaginabile.. Beh, poi ci sono anche i manga, i videogiochi, i telefilm, i film... ce la farò?


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.