Random Article


Suicide Squad, che delusione di film!

 

 
Scheda del film
 

Titolo: Suicide Squad
 
Regista: David Ayer
 
Attori e attrici principali: Will Smith, Jared Leto, Margot Robbie, Joel Kinnaman, Viola Davis, Jai Courtney, Jay Hernandez, Adewale Akinnuoye-Agbaje, Karen Fukuhara, Ike Barinholtz, Scott Eastwood, Cara Delevingne.
 
Anno: 2016
 
Paese: USA
 
Durata: 130 minuti
 
Genere: , , ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
no ratings yet

 

Aspetti positivi


Harley Quinn, il tentativo di inserire qualche battuta

Aspetti negativi


Sceneggiatura montata a casaccio, il Joker, la voce dell'Incantatrice, la mancanza di approfondimento dei comprimari, il tentativo non riuscito al 100% di inserire qualche battuta, il «volemose bene» dei villain.


In sintesi

Suicide Squad è un film di David Ayer che non riesce nel suo intento: poteva e doveva dare di più. La nostra recensione, non proprio tenera!

0
Posted 9 Settembre 2016 by

 
La nostra recensione
 
 
Suicide Squad: una scena del film

Suicide Squad: una scena del film

Ci speravo nella DC Comics: Suicide Squad poteva essere il film che faceva la differenza e invece non riesce nel suo intento.

Suicide Squad è un film diretto da David Ayer e con protagonisti diversi villain provenienti dai fumetti DC Comics. Il cast è composto da Will Smith (Floyd Lawton/Deadshot), Jared Leto (Joker), Margot Robbie (Harleen Quinzel/Harley Quinn), Joel Kinnaman (Rick Flag), Viola Davis (Amanda Waller), Jai Courtney (George “Digger” Harkness/Capitan Boomerang ), Jay Hernandez (Chato Santana/El Diablo), Adewale Akinnuoye-Agbaje (Waylon Jones/Killer Croc), Karen Fukuhara (Tatsu Yamashiro/Katana), Ike Barinholtz (Griggs), Scott Eastwood (Tenente GQ Edwards) e Cara Delevingne (June Moone/Incantatrice ).

La trama di Suicide Squad

La trama vede una perfida Amanda Waller convincere il governo degli Stati Uniti a creare una super squadra di cattivi per poter intervenire in operazioni clandestine e salvare il mondo da future minacce non ben specificate. Per far questo recluta villain del calibro di Deadshot e Harley Quinn, solo che le cose non vanno come previsto quando il membro della squadra più potente si rivela non essere così al guinzaglio come la Waller si aspettava.

Per la trama, bisogna fare un atto di fede. Mi riferisco al motivo per cui viene messa su la squadra: dai, forse in futuro ci saranno dei cattivoni super cattivi e non abbiamo più Superman, quindi l’idea migliore che ci è venuta è prendere degli assassini, pazzi, psicopatici, metterli tutti insieme e convincerli a fare il lavoro sporco al posto nostro. Così, senza che non ci fosse nessun super villain in giro. Perché in effetti il super villain arriva dopo, ma se non fosse stato per i maneggi della Waller se ne sarebbe stato buono/buona ancora un po’. Che poi non si spiega perché questo villain non abbia agito prima visti i poteri che ha: potere della sceneggiatura bucata vieni a me.

E i problemi continuano: ok, la squadra di villain è in moto, si finisce comunque per il parteggiare per loro, solo che ad un certo punto fanno la riunione di gruppo dei Super Amiconi e ci manca poco che finisce tutto a tarallucci e vino. Ma ehi, non erano cattivi?

La DC Comics ci ha provato a inserire una ventata di freschezza e umorismo nei suoi film nel più puro stile Marvel, solo che non gli è riuscito molto bene. Non puoi di punto in bianco ricreare a velocità sonica quello che la Marvel sono anni che fa. Sì, c’erano le battutine, ma a parte che molte le avevamo già sentite nei trailer, altre sembrano essere state messe random perché tanto bisogna far ridere. Qualcuna funziona, altre non hanno senso nella continuity dei dialoghi.

I personaggi del film

Personaggi. Ottima l’Harley Quinn di Margot Robbie, se non ci fosse stata lei il film sarebbe stato un flop ancora più colossale. È pazza, fuori di testa nel modo giusto, può dire le cose più tremende, ma tu tifi sempre per lei.

Buona prova per Deadshot, anche se la faccia da buono di Will Smith ogni tanto stona con il ruolo del super killer, ma a pensarci a posteriori ha senso: se un super killer andasse in giro con faccia truce e con stampato in fronte a lettere cubitali “Sono un killer letale e spietato”, addio all’anonimato, meglio una faccia da buon padre di famiglia che al momento buono riesce a tener testa all’assalto dei nemici tutto da solo, con buona pace del resto dell’esercito.

Interessante anche Katana, parla poco, ma agisce molto: sarebbe stato carino vedere di più riguardo a lei. E anche riguardo all’Incantatrice, la prova dell’attrice è stata buona, ma anche qui la sceneggiatura ha approfondito poco.

Piccolo appunto per il doppiaggio: la voce doppia per dare il senso di antichità e potere del personaggio è stata terribile, non si capiva la metà di quello che diceva.

Per il resto, il tentativo di dare coralità alla pellicola non è riuscito al 100%. Ci sono parecchi altri personaggi, ma sono poco approfonditi, alcuni vengono messi lì e tirati fuori dal nulla come conigli nel cappello di un prestigiatore e ti chiedi “Ma perché l’hai messo lì? Che senso ha?”. Poco funzionale anche la parte iniziale di presentazione dei vari personaggi, si poteva fare in maniera diversa, così sembra molto schede in stile Wikipedia o Villainpedia.

Nota negativa per il Joker di Jared Leto: non funziona benissimo, sembra un gangster latino-americano con tutte quelle catenacce d’oro, va bene dovergli dare una caratterizzazione diversa dalle precedenti, ma davvero non sono riusciti a fare di meglio?

Montaggio e musiche

E qui arriviamo a un altro problema, il montaggio. Probabilmente chi se ne doveva occupare ha deciso che la modalità caotica era la sua ragione di vita. Nel tentativo di movimentare il tutto, fra presentazioni in stile Villainpedia, flashback, flashforward o quasi, presentazione di personaggi inutili, ci si perde in un mare di scene che non puoi far a meno di chiederti: “Ma questa cosa c’entra? Perché è stata messa qui?”.

Buone le musiche, ma hanno usato musiche di impatto nazional popolare, era impossibile che non piacessero.

Un film che poteva e doveva dare di più, ma che non è riuscito nel suo intento.

Foto | WikiCommons




Nymeria

 
Nerd inside, come scopo nella vita sto cercando di leggere tutta la letteratura fantasy possibile e immaginabile.. Beh, poi ci sono anche i manga, i videogiochi, i telefilm, i film... ce la farò?


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.