Random Article


The Master: la nascita della Chiesa di Scientology vista attraverso gli occhi di Philip Seymour Hoffman

 

 
Scheda del film
 

Titolo: The Master
 
Regista: Paul Thomas Anderson
 
Attori e attrici principali: Joaquin Phoenix, Philip Seymour Hoffman, Amy Adams, Laura Dern, Rami Malek, Jesse Plemons, Kevin J. O'Connor, Madisen Beaty, Lena Endre, Ambyr Childers, Patty McCormack, David Warshofsky
 
Anno: 2012
 
Paese: Stati Uniti d'America
 
Durata: 137 minuti
 
Genere:
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
41 total ratings

 

Aspetti positivi


Grande prova recitativa dei due protagonisti, Philip Seymour Hoffman e Joaquin Phoenix.

Aspetti negativi


Una certa lentezza e un taglio registico forse un po' troppo schierato.


In sintesi

The Master da un lato risulta a tratti un po’ lento e ripetitivo, ma conferma la grandezza interpretativa di Philip Seymour Hoffman e di Joaquin Phoenix.

3
Postedgiovedì, 7 febbraio 2013 by

 
La nostra recensione
 
 
La locandina di The master

La locandina di The master

Sembra che, in alcuni periodi, tutto improvvisamente ruoti attorno a un argomento o a una persona. Non so se vi è mai capitato. Sembra che tutto ciò che fate, leggete o vedete sia monotematico. «E allora?» direte voi. «Dove vuoi arrivare?»

Ora vi spiego. Ho visto recentemente al cinema «The Master» il film del regista Paul Thomas Anderson che racconta, attraverso le vicissitudini di due protagonisti, la storia di Scientology.

In questi giorni, spinta dall’argomento che mi interessa per averne scritto anch’io, sto leggendo il libro di Parmy Olson Noi siamo Anonymous. E allora dov’è il nesso? È semplice. Gli inizi di Anonymous vedono come primo attacco informatico importante proprio i siti e l’organizzazione di Scientology. Beh, se non è – per dirla con i Policesynchronicity, che altro può essere?

Del libro della Olson parlerò presto in una mia prossima recensione. Torniamo invece a «The Master». Dicevo poc’anzi che il film tratta della nascita e affermazione di Scientology vista attraverso due protagonisti. Freddie Quell – nell’incredibile interpretazione di Joaquin Phoenix – è un reduce della Seconda Guerra Mondiale che torna a casa con evidenti problemi psichici, ossessionato dal sesso e alcolizzato a livelli preoccupanti, non solo per la quantità ma anche e soprattutto per la “qualità” di ciò che ingurgita. Freddie infatti si prepara dei cocktail micidiali utilizzando ciò che nessuno immaginerebbe mai di poter bere.

Nella sua lunga strada nel tentativo di recuperare una vita normale, Freddie incontra Lancaster Dodd, nella magistrale interpretazione di Philip Symour Hoffman. Dodd, che anche se il nome non è lo stesso, rappresenta ovviamente L. Ron Hubbard, inventore di un metodo di introspezione che sperimenta su Freddy.

L’incontro tra Dodd e Freddy inizialmente sembra più utile a Dodd, che comincia a scrivere senza sosta i suoi libri e ad allargare sempre più le sue sperimentazioni. Freddy è un soggetto difficile, ma estremamente stimolante per Dodd.

Il film, se da un lato risulta a tratti un po’ troppo lento e ripetitivo, dall’altro conferma, se mai ce ne fosse bisogno, la grandezza interpretativa di Philip Seymour Hoffman e di Joaquin Phoenix.




Chiara Perseghin

 
Chiara Perseghin, nata a Padova, vive e lavora a Roma ormai da molti anni. L’amore per la lettura l’ha portata qualche anno fa ad aprire un blog letterario e ora si ritrova a scrivere su vari siti e riviste che parlano di libri. È autrice di diversi racconti pubblicati su antologie collettive. Addetta stampa di alcune case editrici, lavora in Rai da molti anni.


3 Comments


  1.  

    Gentile sig.ra Perseghin,
    mi spiace deluderla ma il regista, P.T. Anderson, ha dichiarato ai quattro venti che, pur essendosi ispirato a L. Ron Hubbard, The Master non è la cronaca della nascita di Scientology ma è pura fiction.
    Affermare il contrario denota mancanza di conoscenza dei fatti, oppure malafede.
    La vera storia di Scientology, le sue pratiche e la sua dottrina, come pure la storia di come L. Ron Hubbard ha fondato la religione di Scientology, le si può trovare sui siti http://www.scientology.it e http://www.lronhubbard.it
    Cordiali saluti.




  2.  

    Abbiamo dovuto moderare un commento perché non commentava la recensione o il film in sé, ma, pur parlando dell’argomento in questione, violava la privacy di alcune persone.





Leave a Response


(required)


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.